Piacenza, entro luglio documenti anagrafici online

di Francesca Mancuso

scritto il

Saranno 300 mila i documenti che saranno digitalizzati e resi disponibili sul sito del Comune di Piacenza. I documenti rientreranno nella categoria anagrafe, elettorale, Stato Civile, leva, statistica

Continua il viaggio tra i Comuni e le Regioni d’Italia che sempre più stanno sfruttando il web e le nuove tecnologie per innovare i rapporti tra il cittadino e la Pubblica Amministrazione. Dopo Torino, anche il Comune di Piacenza sta portando avanti un progetto che prevede la dematerializzazione di alcuni documenti al fine di aggregare le informazioni attuali del singolo componente o del nucleo familiare a quelle storiche. Si tratta di circa 300 mila documenti anagrafici, contenuti oggi in 8 elettroarchivi, che presto passeranno in formato digitale.

Entro luglio 2009, il Comune di Piacenza procederà all’implementazione di “E-Demos“, un’infrastruttura per la gestione dei servizi demografici e statistici. Il software, creato da Maggioli Informatica, è volto alla gestione completa di servizi quali: anagrafe, elettorale, Stato Civile, leva, statistica, Carta d’Identità (CIE).

Le attività previste dal progetto sono state già avviate da alcuni giorni e il completamento della prima fase, ovvero quella di “Document Capture” (acquisizione ottica documenti) è previsto entro i prossimi 60 giorni, mentre il completamento dell’intera attività è previsto per la fine di luglio 2009.

Le principali attività previste per l’intero ciclo di lavorazione sono:

  • Attività di preparazione/normalizzazione della documentazione da digitalizzare con eventuale ricondizionamento dei documenti deteriorati;
  • Attività di Document Capture (acquisizione ottica documenti): i documenti cartacei vengono trasformati in oggetti digitali;
  • Correlazione delle immagini e dei metadati acquisiti e costituenti le chiavi di catalogazione per la ricerca delle immagini;
  • Attività di Document Management: sviluppo di un’apposita piattaforma software per la gestione e la ricerca dei documenti elettronici con rilascio di licenza d’uso perenne;
  • Riversamento dei documenti digitalizzati con memorizzazione su supporti ottici;

L’iniziativa rientra all’interno del progetto nazionale People (Progetto enti online portali locali e-government), nato nel 2002, e volto alla creazione di servizi comunali online destinati ai cittadini e alle imprese per semplificare ed innovare i rapporti tra la Pubbliche Amministrazioni Locali e il cittadino.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso