Nascerà in Sicilia una scuola regionale di alta formazione per le tecnologie informatiche

di Marina Mancini

scritto il

Firmato un accordo quadro tra la Regione Sicilia e l'Università di Palermo per la creazione di una scuola di alta formazione per le tecnologie informatiche

Sicilia protagonista di innovazione. L’assessore alla Presidenza della Regione Sicilia, Giovanni Ilarda ed il Rettore dell’Università di Palermo Roberto Lagalla hanno firmato, il 20 gennaio, un accordo quadro per la realizzazione di una scuola regionale di alta formazione per le tecnologie informatiche e lo scambio di esperienze di formazione.

L’accordo con l’università di Palermo è un primo passo verso nuove collaborazioni con il mondo universitario siciliano. A confermarlo l’assessore Ilarda. Si tratta di un progetto che vedrà Regione Sicilia ed Università collaborare in modo bidirezionale creando uno scambio formativo tra le due Istituzioni.

In termini pratici, l’amministrazione regionale potrà inviare i propri dipendenti per formarli anche presso l’Università, mentre l’Università potrà inviare all’amministrazione regionale, agli Enti regionali e alle società controllate dalla Regione, studenti e neo laureati per l’effettuazione di stage formativi pratici.

L’accordo prevede anche la nascita della scuola regionale delle tecnologie informatiche, una scuola di specializzazione post laurea o per master di alta formazione del management pubblico e delle imprese, in partnership fra la Regione, le Università della Sicilia e altri organismi nazionali e stranieri operanti nel settore dell’innovazione e dell’Information
and communication tecnology.

Tra le materie che troveranno posto nei programmi di studio delle nascente scuola: il diritto delle tecnologie informatiche, dell’Internet governance e dell’informatica giuridica ma anche l’ICT sotto il profilo tecnico e sotto l’aspetto applicativo.

Considerata la vocazione turistica dell’Isola, le nuove tecnologie verranno applicate alle aree del turismo, della valorizzazione dei beni culturali e delle attività produttive tipiche della regione.

Dunque la Siclia in un futuro prossimo non solo implementerà le infrastrutture tecnologiche informatiche ma anche la formazione culturale per formare i giovani e ridurre il digital divide.

Il documento firmato da Regione e Università è scaricabile dal sito web della Regione: www.regione.sicilia.it.