Brunetta: a gennaio emoticon e Linea Amica

di Marina Mancini

scritto il

Ultima novità del Ministro Brunetta: a gennaio il più grande call center italiano ed emoticons per valutare la PA: "Linea Amica"

Dopo lo "Sportello amico" presso le Poste ed il progetto "Reti amiche" arriva anche la "Linea Amica". Ad annunciarlo, lo stesso Ministro della Pubblica amministrazione e dell’Innovazione, Renato Brunetta, nel corso della nota trasmissione Mediaset, Maurizio Costanzo Show.

Scopo della nuova iniziativa del Ministero, favorire ancora una volta il dialogo tra la pubblica amministrazione ed il cittadino.

In base a quanto riportato dalle agenzie,

il servizio
partirà dal prossimo gennaio e darà
vita al più grande call center italiano che si chiamerà appunto "Linea Amica".

Sarà un modo per rispondere a tutti i cittadini: chiunque telefonerà verrà
preso in carico e aiutato sino fornire una risposta al quesito presentato.

E poiché il ministro Brunetta non si lascia scappare nulla, a breve sarà
possibile giocare anche con gli emoticons.

Le famose faccette "smile" serviranno ad esprimere giudizi sul funzionamento della Pubblica Amministrazione.

Il servizio costituirà un divertente sistema di customer satisfaction; ogni pratica, attraverso un sistema elettronico che utilizzerà le famose faccine che usiamo oramai spessissimo quando chattiamo o inviamo sms, verrà giudicata da una faccina.

Durante la storica trasmissione condotta da Maurizio Costanzo il ministro
Brunetta ha spiegato che ogni transazione con la Pubblica Amministrazione sarà sottoposta ad un giudizio da parte dei cittadini: alla fine di qualsiasi operazione si illuminerà un display con 3 faccette, il sorriso, il broncio e la faccina neutra, si potrà premere una o l’altra ed i giudizi saranno inviati all’amministrazione cui quell’ufficio appartiene ed anche alla PA centrali.

Anche per questo sistema è previsto un sistema premiante: gli uffici con il maggior numero di faccette sorridenti saranno premiati e pagati di più.

Dunque i dipendenti pubblici oltre ai tornelli ora si dovranno preoccupare
anche degli emoticons.