La Provincia di Reggio Emilia sperimenta la formazione online

di Marina Mancini

scritto il

La Provincia di Reggio Emilia Emilia sperimentare l'ultima novità in fatto di semplificazione amministrativa applicata alla Formazione professionale

Parte per prima la provincia di Reggio Emilia a sperimentare l’ultima novità in fatto di semplificazione amministrativa applicata alla formazione professionale.

È noto che entro breve tempo sarà obbligatorio per tutti gli
enti di formazione e gli altri soggetti abilitati presentare i progetti
formativi e le relative richieste di finanziamento attraverso una nuova modalità online. Con questa modalità la Pubblica Amministrazione semplifica l’accesso agli atti e il dialogo tra pubblico e privato risparmiando tempi e costi.

Durante una riunione svoltasi nei giorni scorsi presso la sala del Consiglio
reggiano cui hanno partecipato i rappresentanti degli enti di formazione
reggiani e non solo, Stefania Scorri, responsabile del Sistema informativo Formazione della Regione Emilia-Romagna e l’assessore provinciale al Lavoro Gianluca Ferrari, hanno illustrato le modalità di accesso e di accreditamento al server regionale e di presentazione dei progetti.

Il sito dove si possono reperire tutte le modalità tecniche, operative ed organizzative è:
http://dbfp.regione.emilia-romagna.it/
.

Il Sifp è il Sistema Informativo dell’Assessorato Scuola, Formazione Professionale, Università, Lavoro, Pari Opportunità e svolge attività di analisi e progettazione degli strumenti software di supporto alla gestione di attività relative al sistema formativo regionale.

Il sistema supporta le amministrazioni regionale e provinciali nelle azioni
di analisi, valutazione, programmazione gestione, monitoraggio e controllo delle attività.

Durante la prima fase di start up la Regione Emilia Romagna assicurerà il costante supporto e l’assistenza necessaria a tutti gli Enti accreditati e alle Province.

A partire per prima, dunque, la Provincia di Reggio Emilia che presenterà un progetto formativo per i lavoratori occupati che scade il 9 Aprile. Come sostiene l’assessore Ferrari: «con questo ulteriore passo la PA diventa parte attiva del dialogo con i cittadini e con gli attori del sistema formativo».

I Video di PMI

ISEE, i modelli caso per caso