E-democracy ad Ascoli Piceno

di Roberta Donofrio

scritto il

La Regione Marche ha attivato un sito per la promozione di nuove iniziative che riguardano i giovani. Saranno proprio loro a proporre nuove idee e nuove strategie per lo sviluppo locale

È partito il progetto di E-democracy promosso da Regione Marche, Assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili e Ufficio scolastico regionale, che attraverso il sito www.Pogas.Marche.It consentirà ai giovani marchigiani di partecipare attivamente alla realizzazione di iniziative loro destinate.

Dopo una fase di promozione del progetto in diverse scuole della Regione, si è svolta presso la sala del Consiglio comunale ascolano un incontro tra amministratori locali e studenti per affrontare le problematiche relative al mondo giovanile.

Gli alunni si sono improvvisati consiglieri formulando proposte per implementare le risorse disponibili sul territorio e crearne di nuove. L’attenzione si è focalizzata in particolare sulla necessità di costruire nuovi spazi cittadini dedicati alla formazione e alla socializzazione dei giovani (come le biblioteche e le strutture per le attività sportive,), di promuovere nuove strategie dello sviluppo turistico e, infine, di ottimizzare il trasporto pubblico, risultato in alcune aree ancora carente.

Dal suo canto l’assessore regionale ha ribadito la sua volontà di coinvolgere sempre più spesso i ragazzi nel processo decisionale, stabilendo che la modifica della legge regionale 46 del ’95 sulla costituzione delle Associazioni giovanili, prima di passare in Giunta e in Consiglio regionale, passi al vaglio dei cittadini marchigiani più giovani.

Grazie all’attivazione del sito e dei suoi nuovi servizi, la Regione Marche intende dare continuità a questa iniziativa che ha già prodotto numerosi esiti favorevoli. Attraverso forum interattivi e arene di discussione tematica online, questo progetto di e-Democracy costituisce un valido strumento di consultazione e dibattito sulle questioni giovanili.