Partecipa.net, 2008 all’insegna di riuso, formazione e comunicazione

di Chiara Bolognini

scritto il

Dopo la valutazione positiva da parte del Cnipa, il progetto di e-democracy coordinato dall'Emilia Romagna punta a nuovi traguardi per il 2008. Priorità? Promozione, informazione e comunicazione...

Ventidue enti e nove associazioni coinvolte, sei sperimentazioni realizzate, due premi internazionali in cui è arrivato finalista (UNPAN Onu, IBM Awards Harvard University), 730.700 euro di costi dei quali 300.000 finanziati da Cnipa: questi sono i numeri di Partecipa.net, il progetto di e-democracy coordinato dalla Regione Emilia-Romagna, che si è concluso lo scorso gennaio con un sostanziale rispetto degli obiettivi, dei tempi e dei costi previsti.

Dal 2004, anno in cui è nata l’idea, sotto l’input e la guida della Regione Emilia Romagna hanno aderito all’iniziativa l’Assemblea Legislativa Regionale, i Comuni di Bologna, Modena e Ferrara, l’Associazione dei Comuni di Argenta, Portomaggiore, Ostellato e Voghiera, le Province di Ferrara e Piacenza.

Da allora di strada ne è stata fatta. Innanzitutto in termini di partecipazione e coinvolgimento di partner e “categorie” di cittadini visto che, alle amministrazioni coinvolte in prima linea, si sono ben presto aggiunti undici supporter (Provincia di Bologna, Provincia di Forlì-Cesena, Provincia di Modena Provincia di Parma, Provincia di Ravenna, Provincia di Rimini, Comune di Cesena, Comune di Forlì, Comune di Parma, Comune di Piacenza, Comune di Reggio Emilia) e nove associazioni (ANCI, Archivio Osvaldo Piacentini, Asphi, Camina, Cittadinanza Attiva, Orlando, Ordine degli Architetti della Provincia di Bologna, UNCEM, UPI).

Formulate le ipotesi guida del progetto e ottenuto l’appoggio e il sostegno di partners, supporters e associazioni, sono stati definiti in modo chiaro gli obiettivi.

«Primo fra tutti – spiega Sabrina Franceschini, Responsabile del progetto Partecipa.net / Regione Emilia Romagna – quello di offrire nuovi canali per incoraggiare, rafforzare e stimolare la partecipazione dei cittadini alle decisioni pubbliche, in secondo luogo quello di accentuare il legame fra gli stessi cittadini e le amministrazioni coinvolte, in un’ottica di dialogo e collaborazione reciproca al fine di attivare processi democratici di cittadinanza attiva».

In concreto – dall’1 Settembre 2005, data di partenza del progetto – Partecipa.net, attraverso un sistema di relazioni significative e permanenti con la cittadinanza, ha sperimentato sul campo metodologie di partecipazione telematica alla definizione delle politiche regionali e alla gestione dei servizi a tutti i livelli istituzionali, perseguendo quattro obiettivi fondamentali:

  • definire in modo integrato processi di partecipazione;
  • promuovere maggiore partecipazione dei cittadini e delle associazioni alle scelte delle amministrazioni su temi e politiche rilevanti per i loro interessi;
  • promuovere, nelle amministrazioni, una nuova cultura della partecipazione attraverso il coinvolgimento dei decisori, rimuovendo gli ostacoli di tipo culturale e tecnologico;
  • definire, sperimentare e disseminare una metodologia.