La PA online secondo Ikon

di Stefano Fait

scritto il

La Web Agency specializzata nella realizzazione di portali per la PA ci svela la sua ricetta per un buon sito pubblico, come quello dell'Isola di Grado, recente vincitore del Premio Web Italia 2007

Il Premio Italia, giunto ormai alla sesta edizione, rappresenta un ambito riconoscimento per tutti gli operatori del Web tanto che nel corso di questi anni sono stati oltre 22.000 i lavori presi in considerazione come candidature.

Tra le aziende premiate troviamo Ikon Multimedia, Web agency di Staranzano (provincia di Gorizia), che ha trionfato nel settore dedicato ai progetti per la Pubblica Amministrazione con il portale dell’Isola di Grado. Per comprendere meglio quali complessità ci siano per una Web agency nel comunicare la PA, ecco di seguito l’intervista a Enrico Degrassi, presidente di Ikon.

Quali sono state le motivazioni che hanno consentito al sito dell’Isola di Grado di vincere questo importante premio?

«È stato il connubio riuscito tra design, fruibilità e completezza dell’informazione a convincere la giuria: proprio la capacità di presentare Grado in maniera attraente fa del sito “un ottimo esempio di design e di servizio”, come recita la motivazione del Premio».

Nella maggior parte dei casi, la progettazione e la realizzazione di un sito per la Pubblica Amministrazione comporta un delicato percorso per comunicare online le attività offline dell’Ente. Nel vostro caso avete lavorato a stretto contatto con l’Ufficio Relazioni per il Pubblico del Comune di Grado. Come si è sviluppata questa collaborazione?

«Abbiamo avuto la fortuna di collaborare con persone molto preparate: mi riferisco in particolare al personale dell’URP e in primis al responsabile delle Pubbliche Relazioni Alberto Guazzetti. È venuta da loro la richiesta di creare un sito innovativo, che si distinguesse dai molti altri siti dedicati all’isola di Grado».

«Per noi è stato un invito “insperato”: nelle pubbliche amministrazioni infatti è facile incontrare atteggiamenti molto “conservativi” e c’è spesso poca propensione all’innovazione. Abbiamo avuto carta bianca sul piano creativo mentre le funzionalità e i contenuti sono stati concordati con loro passo dopo passo. Il personale dell’URP ha poi provveduto a popolare il data-base delle risorse e le pagine del sito utilizzando il nostro CMS proprietario Ikon Author».

I Video di PMI

ISEE, i modelli caso per caso