Alphouse, presto piattaforma web dei case studies

di Lorenzo Gennari

scritto il

Il progetto europeo "Alphouse", per il recupero dell'architettura tradizionale alpina si arricchisce del contributo di un nuovo partner: la Valle d'Aosta. A breve un database condiviso dei case studies

La Valle d’Aosta, in collaborazione con il “Centro osservazione avanzato energia”, partecipa al progetto europeo triennale “AlpHouse – cultura ed ecologia dell’architettura alpina”. Lo ha comunicato l’assessorato regionale alle attività produttive.

Il progetto mira a rafforzare la competitività delle Regioni alpine, fornendo loro la conoscenza, l?abilità e i mezzi per recuperare e rinnovare le vecchie strutture architettoniche. Tale intento dovrebbe incontrare il più alto standard di efficienza energetica e allo stesso tempo mantenere le caratteristiche regionali e i desideri delle locali costruzioni.

Alphouse sarà anche una piattaforma virtuale di informazioni basate sia sulla conoscenza delle tecnologie energetiche, sia sull?architettura regionale alpina. La fase preliminare del progetto riguarderà l’individuazione di edifici e villaggi sui quali poter svolgere attività di studio e monitoraggio delle prestazioni energetiche, creando un database condiviso di case studies.

Partner qualificati provenienti dalla Germania, dall?Austria, dalla Svizzera, dalla Francia e dall?Italia svilupperanno un programma formativo di moduli di qualificazione e un’applicazione web per l’utilizzo delle risorse online.

A breve sarà a disposizione anche del pubblico un sito dedicato al progetto nel quale verranno illustrati tutti i risultati delle attività. Cittadini e professionisti sono pertanto invitati a segnalare progetti di recupero particolarmente rilevanti nell’ambito dell’ottimizzazione energetica di singoli edifici o di villaggi, in fase di progetto, in corso o già realizzati. Alphouse inoltre sarà un mezzo attraverso il quale le regioni coinvolte potranno giovarsi di una riqualificazione del patrimonio edilizio esistente.

I Video di PMI