App mediche poco trasparenti

di Teresa Barone

scritto il

Il Garante della Privacy si scaglia contro le App mediche: poca tutela e poca chiarezza verso gli utenti.

Il Garante della Privacy chiede una maggiore trasparenza nella gestione delle numerose App mediche sempre più diffuse e utilizzate dagli utenti.

=> Scopri le nuove App lanciate dal Ministero della Salute

Alla luce degli esiti dell?indagine promossa dal Garante pochi mesi fa, infatti, la metà delle App mediche sia italiane sia straniere non tutela sufficientemente la privacy degli utenti, evitando di indicare l?informativa prima di avviare il download o richiedendo dati non necessari.

=> Scopri la App per la sicurezza delle donne

A livello internazionale, ad esempio, su 1200 App solo il 15% si basa su una corretta informativa sulla privacy relativa all?utilizzo e alla tutela di dati classificati come sensibili. L?iniziativa del Garante, che si propone di varare linee guida ferree in materia, si inserisce nell?ambito dell?indagine “Privacy Sweep 2014? promossa dal Global Privacy Enforcement Network (GPEN).

=> Scopri la App iMiBac

I Video di PMI

Quali sono i contenuti migliori per Google?