Anche i manager viaggiano low cost

di Simona Tenentini

scritto il

Tariffe scontate, pacchetti fedeltà e proposte low-fare, tutte studiate dalle compagnie aeree per mantenere alto il traffico e per fidelizzare le aziende che in questo modo risparmiano sui viaggi dei loro dipendenti

In tempo di crisi anche i manager viaggiano low-cost o, perlomeno, hanno l’occhio puntato sul risparmio. Le attuali ristrettezze economiche, che hanno colpito più o meno tutti i settori, generano necessariamente delle soluzioni alternative che hanno il duplice scopo sia di mantenere alti i consumi che di incentivare una lenta e progressiva ripresa economica.

Questo fenomeno si ritrova anche nel comparto dei voli d’affari dove low-fare, programmi fedeltà e tariffe personalizzate costituiscono alcune delle offerte studiate ad hoc per la fascia medio alta dei professionisti. Sono infatti sempre più numerose le compagnie che studiano condizioni particolari per le aziende che hanno bisogno di utilizzare con frequenza l’aereo per gli spostamenti di lavoro dei propri manager e dipendenti. Lungi dall’essere prettamente identificabili nella categoria low-cost, queste promozioni possono essere definite piuttosto low-fare: si riducono i costi laddove si rinuncia alla classe business oppure in presenza di penali per modifiche dei piani di volo.

Parallelamente cresce anche sia il panorama delle “tariffe fedeltà” studiate per premiare chi si serve con grande frequenza di una determinata compagnia aerea sia il ventaglio delle “tariffe concordate” in maniera personalizzata tra vettore e azienda cliente. Rientra nel primo caso l’offerta BlueBiz della Klm, destinata alla clientela corporate. Mediante l’iscrizione al programma fedeltà si possono ottenere voli gratis al raggiungimento di vari traguardi. Le aziende che fanno affari in più di un paese all’interno della rete Air France-Klm possono poi accedere al “Corporate travel solution”, un programma che consente di usufruire di un unico contratto globale su misura, che comprende tariffe e gestione dei viaggi.

L’offerta proposta da Lufthansa si chiama invece Star Alliance Company Plus. Usufruendo di tale proposta, l’azienda può cumulare punti da usare poi per viaggi gratuiti per destinazioni europee o intercontinentali oppure beneficiare di sconti sui biglietti aerei acquistati sul territorio italiano. Un carnet per voli frequenti è previsto anche da Meridiana: l’azienda si iscrive al programma fedeltà denominato Carnet Smart-fly, valido per le tratte Roma-Verona (e viceversa), e Milano- Linate (e viceversa) e può ottenere sconti sull’acquisto del biglietto e l’accredito dei punti per accedere a ulteriori facilitazioni.

Di certo nelle proposte pensate per i manager e le aziende non poteva mancare Alitalia con le offerte Alicorporate e Multiticket Nazionale. Aderendo alla prima, le aziende hanno la possibilità di risparmiare il 5% ogni 10.000 euro di biglietteria Alitalia effettivamente utilizzata sui servizi Alitalia, fino ad un massimo di 100.000 euro oltre a poter usufruire dei vantaggi offerti possono risparmiare anche con i partner del programma (catene alberghiere, società autonoleggio, corrieri, società telefoniche, ecc). Con il Multiticket invece si ha la possibilità di avere una serie di carnet di biglietti nazionali con tariffa economy, in tagli da 10, 20 o 30.

I Video di PMI