Il manager del futuro

di Rosalba Mancuso

scritto il

Dopo la crisi economica, come sarà il manager di domani? Saprà reinventarsi e, soprattutto, saprà mantenere i livelli reddituali del passato? Scopriamolo

Il manager del futuro, oltre a lavorare per un breve periodo di tempo, per più aziende e con contratto flessibile, può anche lavorare a distanza, sfruttando le enormi potenzialità della Rete. La figura del manager online non è ancora molto diffusa in Italia, ma potrebbe esserlo molto presto se, come al solito, il nostro Paese, saprà importare le abitudini del mondo anglosassone.

Il dirigente, raggiungibile attraverso un sito web e consultabile in chat, è una realtà negli USA, dove la crisi del sistema manageriale ha colpito capi e dirigenti, in maniera più dura che in Europa. Ma i “cugini” americani, sempre pronti a reinventarsi e rimettersi in pista sul mercato, non si sono persi d’animo ed hanno pensato di proporre la figura del direttore aziendale che elargisce, in remoto, consigli, guide  e “ordini” strategici, alle aziende clienti. Un esempio di manager online, si ha negli Usa, già a partire dal 2000. Il primo sito americano che sviluppa un sistema “manageriale” di consulenza alle imprese, si occupava, in realtà, di fornire supporto tecnico e sviluppare applicazioni web per le aziende, oltre a fornire strategie di commercializzazione dei prodotti attraverso il web.

Tra la vasta gamma di prodotti offerti dal sito in questione, anche l’organizzazione di corsi e seminari per acquisire competenze tecniche di particolari applicativi software per l’e-commerce, ma anche corsi di “Business Enterprise” per imparare a gestire il business d’impresa per più clienti tramite un server centrale. Dopo il contratto a progetto, il manager, si propone, dunque, anche in Telelavoro; in Usa lo chiamano “Telecommuting” ed una ricerca rivela che negli Stati Uniti, proprio nel mondo dell’ITC, il lavoro a distanza e la propensione a lavorare lontano dalla sede fisica dell’azienda, interessa la maggior parte dei dipendenti e dei dirigenti.

Le prime a sperimentare il lavoro a distanza sono state le società finanziarie che permettevano ai manager ed alle figure professionali più specializzate di svolgere il proprio lavoro da casa o in altra sede, tramite PC, con un servizio attivo 24 ore su 24. Il telelavoro, insomma, piace sempre più ai dirigenti, anche se un altro sondaggio americano rivela il persistere di timori sul telelavoro per via dei rischi legati al livello di sicurezza informatica delle aziende e non solo. Comunque un manager che voglia pubblicizzarsi in Rete, tramite un proprio sito o blog, dove inserire foto, riferimenti di contatto e curriculum, può sempre farlo.

Se poi decide di tuffarsi anche nei social network come Facebook, per trovare contatti e clienti, ancora meglio. Lo hanno fatto circa 600 manager italiani, presenti tra 16 mila colleghi europei iscritti al Social Network dedicato ai dirigenti della Finanza: Meet the boss. Il manager del web 2.0 avrà certamente  più occasioni di trovare lavoro ed aziende clienti che desiderano farsi guidare da lui, in sede, o anche a distanza. Inoltre, potrà più facilmente mantenere gli stessi livelli reddituali del passato. Il che non è affatto male. Anzi: ben venga il lavoro manageriale online. Alla faccia della crisi.