Auto, le più brutte del 2010

di Barbara Weisz

scritto il

Nella classifica di Forbes, la Honda Accord Crosstour, la Acura ZDX, la Nissan Cube, e anche una sportiva, la Mazda RX8. Le più e le meno vendute

Jake Fischer di Consumer Reports, Troy Snyder di NadaGuides e John McElroy di Autoline Daily. Sono loro i tre esperti a cui la rivista americana Forbes si è affidata per compilare una classifica particolarmente originale: quella delle auto più brutte dell’anno.

Attenzione, non si tratta delle vetture che sono andate peggio sul mercato (in alcuni casi le vendite sono state deludenti, in altri no), questa è materia per un’altra graduatoria. In realtà, non è nemmeno una vera e propria classifica, piuttosto un elenco delle auto che meno hanno saputo soddisfare il parametro estetico. Sono otto vetture, di differenti segmenti e di diverse case produttrici. Vediamole.

La Honda Accord Crosstour, un Cuv (crossover utility vehicle) che costa intorno ai 30mila dollari, auto pensata per unire il comfort familiare di una berlina e un design sportivo con l’ambizione di essere accattivante. Un mix non perfettamente riuscito, evidentemente, e non solo per gli esperti consultati da Forbes, visto che le critiche alla vettura si sono spesso concetrate sul lato estetico. 

Appartengono allo stesso segmento le uniche due americane nella lista delle più brutte: la Chevrolet HHR, che è più economica, costa intorno ai 18mila dollari e la Ford Flex, che invece ha un prezzo simile a quello della Accord.

C’è poi la Acura ZDX, che con un prezzo di listino sopra i 45mila dollari è una vettura parecchio ambiziosa, ma che non ha dato molte soddisfazioni in sede di vendite (160 unità immatricolate il mese scorso negli Usa, poco più di 3mila in tutto). Forbes sottolinea che le recensioni, per esempio da parte di Edmunds.com e di Consumer Report, sono state positive in termini di presetazioni. E forse allora l’andamento delle vendite è condizionato proprio dal fattore estetico. John McElroy dice di non conoscere nessuno a cui è piaciuta.

Nella lista ci sono anche la Scion xB e un Suv classico, la Honda Element. E c’è la Nissan Cube, una piccola ma spaziosa lanciata anche in Europa all’inizio di quest’anno, disegnata da John Sachs. Una vettura senz’altro orginalissima, una forma cubica che decisamente rispecchia il nome, con interni molto spaziosi, che si è presentata esteticamente un po’ fuori dagli schemi con tutti i rischi che questo comporta. 

E non manca una “sportiva”, la Mazda RX8, una tipologia di vettura per cui un giudizio estetico negativo è particolarmente pesante visto che si tratta di auto pensate per soddisfare un pubblico molto esigente in materia di prestazioni ma anche di look. La RX8 è una macchina che si guida bene ma che, secondo McElroy, è troppo “capricciosa”, legata al gusto del momento e forse inadatta a diventare un’icona dello stile come una Ford Mustang o una Chevrolet Corvette. Ed è anche in un’altra “lista nera” di questo 2010 pubblicata da Forbes, quella delle auto che hanno venduto meno negli Usa.

Quali sono le altre “10 worst selling cars”? SmartForTwo, Subaru Tribeca, Suzuki SX4, Suzuki Grand Vitara, Suzuki Equator, Toyota Yaris, Mazda Tribute, Scion xD, Porsche Cayman.   

Infine, quelle che invece hanno segnato le performances di vendita migliori (sempre negli States): F-series pickup, Chevrolet Silverado, Toyota Camry, Honda Accord, Toyota Corolla, Honda Civic, Nissan Altima, Ford Fusion, Chevrolet Malibu e Hyunday Sonata.

I Video di PMI

Partite IVA dipendenti