Telefoni cellulari, Samsung primo produttore mondiale

di Manuela Giammarioli

scritto il

Samsung segna un trimestre da record, supera Nokia e diventa il primo produttore mondiale di telefoni cellulari.

Samsung Electronics ha reigistrato dei risultati positivi nel segmento della telefonia mobile. Secondo i dati rilevati e diffusi dall’istituto di ricerca londinese “Strategy Analytics“, nel primo trimestre dell’anno l’azienda ha conquistato il 25,4% del mercato mondiale aumentando del 36% le proprie vendite rispetto al 2011, e riuscendo a commercializzarecirca 93,5 milioni di telefoni cellulari in ogni continente.

Con tale successo Samsung si aggiudica il primato di vendite nel settore strappando lo scettro a Nokia Corporation, leader mondiale per 14 anni consecutivi ma che nel periodo in esame ha distribuito “appena” 82,7 milioni di telefonini, corrispondenti a una percentuale di mercato del 22,5%.

Pur mantenendo il primato nel mercato dei terminali di fascia media e bassa, l’azienda finlandese ha assistito a un forte calo delle vendite globali rispetto allo scorso anno, pari al 24%; per gli smartphone la flessione è stata ancora più brusca e uguale al 51%: secondo il CEO Stephen Elop, su tali perdite avrebbe inciso la fase di transizione che attualmente sta attraversando l’azienda, in cui rientra il passaggio alla piattaforma Windows Phone, deciso un anno fa al fine di acquisire una maggiore competitività rispetto ai telefonini che fanno uso del sistema Android di Google e all’iPhone di Apple. Samsung invece supera anche Apple registrando, per la fetta concernente gli smartphone, un buon 30,6% del mercato (tre volte le vendite del periodo precedente) a fronte del 24,1% dell’azienda guidata da Tim Cook.

Agli ottimi risultati che Samsung ha raggiunto nelle vendite (cui ha contribuito soprattutto il commercio di smarpthone e tablet), ha fatto riscontro una crescita del 22% su base annua nel fatturato, giunto a quota 45.270 miliardi di Won, e un forte incremento dell’utile netto, non solo superiore a quello dello stesso periodo dello scorso anno e di gran lunga più alto delle previsioni degli analisti, ma giunto ai massimi storici con una cifra di 5.050 miliardi di Won (3,37 miliardi di Euro). Da record anche l’utile operativo, equivalente a 5.850 miliardi di Won, il doppio di quello dello stesso periodo dello scorso anno. I brillanti risultati del gruppo coreano hanno avuto benefici effetti sul titolo alla Borsa di Seul, portando la capitalizzazione complessiva a 190 miliardi di dollari. Si attendono ora i risultati delle prossime mosse di Samsung sul mercato, fra cui il lancio della nuova versione del cellulare Galaxy S, che dovrebbe avere luogo all’inizio di maggio.