Volkswagen, vendite auto a +10,6%

di Andrea Barbieri Carones

scritto il

Nei primi 9 mesi del 2012, Volkswagen ha venduto 4,2 mln di veicoli in tutto i lmondo, con un aumento del 10,6% sul 2011; Europa, male; Usa e Asia ok.

Di questo passo Volkswagen potrebbe diventare il costruttore auto numero uno al mondo, superando Toyota e General Motors ben prima del termine previssato del 2017.

La Casa di Wolfsburg, infatti, ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con oltre 4 milioni di veicoli consegnati, toccando quota 4,21 milioni a livello mondiale, con una crescita del 10,6% rispetto allo stesso periodo del 2011.

Contando solo il mese di settembre, l’azienda ha consegnato poco meno di mezzo milione di veicoli (492.500, per l’esattezza) con un incremento del 4,3% sullo stesso mese del 2011, cifra che assume un contorno ancora più positivo visto il momento di crisi profonda che tutto il settore automotive sta vivendo in Italia e in Europa più in generale, con i costruttori che devono far fronte a un calo di consegne e a una conseguente sovraproduzione di vetture.

Ma a spingere fortemente Volkswagen è stata la clientela cinese, Paese che da solo ha assorbito 1,52 milioni di vetture nei primi 9 mesi del 2012 in aumento del 17,4% rispetto all’analogo periodo del 2011. Anche se con volumi di vendita inferiori, ancora meglio è andata in Nord America dove il brand tedesco è cresciuto del 26,1%, toccando quota 456mila unità, di cui 323.100 negli Stati Uniti (+37,2%). Positive anche le consegne in America del Sud regione in cui i veicoli commercializzati hanno raggiunto le 626.200 unità, con un aumento dell’8,1% rispetto ai primi 9 mesi del 2011.

Arranca l’Europa, anche se numericamente è al secondo posto: il milione e 300mila unità immatricolate significano in piccolo aumento rispetto a un anno fa che tocca lo 0,2% grazie soprattutto all’Europa dell’est, che ha visto un balzo del 32,1%, e in Russia in particolare, volata a +55,9%. A “tirare verso il basso” è invece l’Europa occidentale dove le vendite dei primi 3 trimestri sono diminuite del 6,2%, arrivando a 653mila veicoli, 447mila dei quali in Germania, con una perdita dello 0,6%.

”Nonostante le difficolta del mercato automobilistico in Europa occidentale, siamo comunque ottimisti perché nelle prossime settimane lanceremo la nuova Golf per la quale abbiamo già ricevuto 15mila preordini”, ha detto Christian Klingler, responsabile vendite del gruppo e del marchio Volkswagen.