Toyota: maxi multa per mancate comunicazioni

di Roberto Rais

scritto il

Altra multa in arrivo in casa del colosso nipponico, con un danno d'immagine gravissimo, visto il reiterarsi degli errori

L’authority per la sicurezza stradale statunitense ha comminato una maxi multa a Toyota: la compagnia giapponese, si legge tra le motivazioni della sanzione, non avrebbe comunicato i difetti delle proprie auto, ritardando la dovuta informativa su due modelli della gamma di veicoli. Si tratterebbe altresì della quarta volta, negli ultimi tre anni, che la società viene multata negli Stati Uniti, contribuendo a generare un ulteriore malcontento nella tenuta dell’immagine del brand aziendale.

=> Vai a Toyota sbaglia ancora

La sanzione comminata in questa occasione alla compagnia giapponese ammonta a 17,4 milioni di dollari: al di là del valore assoluto della multa, a rilevare è il fatto che la sanzione stabilita dall’authority americana sia la massima prevista per questa fattispecie di pregiudizio, rappresentata dall’aver ritardato di informare le autorità su alcuni difetti tecnici riscontrati nei modelli Lexus 350 e Rx 450h.

La National Highway Traffic Safety Administrsation ha in proposito comunicato che la tempestiva comunicazione è atto “fondamentale per la sicurezza” e che “un momento di ritardo può avere conseguenze fatali”. Di qui la scelta di applicare la mano più pesante nei confronti di Toyota, che a questo punto – oltre al peso economico della multa – non potrà che fare i conti con un ulteriore deterioramento della propria immagine nel comparto.

=> Vai al Richiamo Toyota del 2011

Si tratta infatti delle quarta volta, nell’ultimo triennio, che la compagnia viene multata in territorio statunitense: nel solo 2010 l’azienda ha pagato circa 50 milioni di dollari per la gestione dei richiami dei propri veicoli. In questa occasione il richiamo avrebbe coinvolto circa 150 mila automobili per difetti all’acceleratore: una “piccola” ma non trascurabile parte degli oltre 10 milioni di veicoli richiamati complessivamente dalla società.

=> Rialzo stime sugli utili Toyota

Il danno di immagine a Toyota potrebbe infine estendersi anche alle altre compagnie. Non è un caso che, a margine degli ultimi grandi richiami del 2010, alcune concorrenti della società giapponese avessero annunciato che i ritiri dal mercato deliberati da Toyota avrebbero avuto il potenziale per danneggiare la reputazione di tutte le altre società dell’Asia, visto e considerato che proprio il leader giapponese è considerato produttore simbolo per veicoli di qualità.