I dirigenti illegittimi

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Continua il caso dei dirigenti illegittimi, intanto Renzi blocca il decreto.
Il caso dei dirigenti illegitimi si complica ogni giorno di più. La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimi sia dirigenti sia tutti gli atti e le cartelle esattoriali firmate da quest’ultimi.
Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan per arginare il problema aveva chiesto un decreto per evitare il blocco della macchina fiscale, ma il premier Matteo Renzi ha escluso questa possibilità.
Ciò vuol dire che non ci sarà nessun decreto che ripristinerà le cariche dei dirigenti assunti senza concorso. I problemi che potrebbe passare il Fisco sono molteplici, in primis potrebbe verificarsi il blocco dell’operatività con una perdita stimata tra i 5 e gli 8 miliardi di euro. Inoltre lo Stato rischia di vedersi svanire gli introiti derivanti dal ravvedimento lungo operoso, 4-5 miliardi dal blocco del contenzioso con i grandi contribuenti e 3 miliardi dalla voluntary disclosure.
La soluzione per bloccare la situazione è in mano all’Agenzia delle Entrate, nonché dovrà  far ripartire il concorso bloccato dal Consiglio di Stato. Ma fino a che il concorso non iniziare il problema rimarrà esistente.