Dichiarazione dei redditi

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Criteri inerenti alla deducibilità fiscale dei contributi e la detraibilità delle spese mediche sostenute dagli iscritti al FASI.

Tutti i criteri inerenti alla deducibilità fiscale dei contributi e la detraibilità delle spese mediche sostenute dagli iscritti al FASI.

=> Fisco: i costi del 730 precompilato 

Andiamo ad analizzare i contribuiti e la deducibilità dal reddito per quanto riguarda i:

  • dirigenti in servizio;
  • dirigenti in pensione;
  • dirigenti in pensione con spese mediche sostenute dal coniuge non fiscalmente a carico;
  • dirigenti in pensione con spese mediche sostenute direttamente dal FASI in regime di convenienza diretta.

Con la retribuzione versata al FASI, sia per la quota dell’azienda sia per la quota a carico dei dirigenti il tutto è interamente deducibile dal reddito dell’interessato, questo per quanto riguarda i dirigenti in servizio.

Per quanto riguarda dirigenti in pensione, i contributi versati da quest’ultimi direttamente al FASI non potranno essere deducibili dal reddito.

Invece i dirigenti in pensione con spese mediche sostenute dal coniuge non fiscalmente a carico, l’Agenzia delle Entrata ha chiarito che le spese effettuate dal coniuge  non fiscalmente a carico del dirigente in pensione iscritto al FASI, sono rimborsate dal fondo e sono detraibili dal coniuge per il 19%.

Infine i dirigenti in pensione con spese mediche sostenute direttamente dal FASI in regime di convenienza diretta, anche se state pagate direttamente dal Fondo alle case di cura convenzionate, sono detraibili dall’Irpef secondo le modalità previste dal richiamato art. 15, comma 1, lett. c) del TUIR.