Tratto dallo speciale:

Ingegneri: più formazione e occupazione

di Redazione PMI.it

scritto il

Accordo tra Politecnico di Torino e Ordine degli Ingegneri per favorire la formazione dei professionisti e l’occupazione dei laureati a livello locale.

Politecnico di Torino e Ordine degli Ingegneri della provincia di Torino intensificano la loro collaborazione siglando un accordo quadro per favorire lo scambio di competenze, incentivando la formazione degli iscritti all’Albo e l’inserimento professionale degli studenti dell’Ateneo.

=> Pochi ingegneri e scienziati italiani nella UE

Un’intesa con un duplice scopo, quindi, che vede il Politecnico mettere a disposizione degli iscritti all’Ordine degli Ingegneri il plafond di conoscenze sviluppate nell’ambito dell’attività di ricerca. L’Ordine, da parte sua, condivide le competenze professionali generalmente assenti in ambito accademico.

I docenti del Politecnico si occuperanno della progettazione dell’offerta formativa dell’Ordine, anche organizzando Master tematici e sviluppando percorsi di preparazione all’Esame di Stato, mentre l’Ordine svolgerà un ruolo fondamentale sia per l’aggiornamento dell’offerta formativa dell’Ateneo sia per proporre professionisti in grado di gestire seminari e attività didattiche esperienziali, anche attivando stage e tirocini per incentivare l’occupazione dei laureati sul territorio.

Stiamo ripensando le modalità formative proposte dall’Ateneo per fornire ai nostri studenti la preparazione e le competenze necessarie per diventare, domani, professionisti pronti ad inserirsi nel mercato del lavoro – commenta Guido Saracco, Rettore del Politecnico di Torino.