Il cambiamento dei buoni pasto

di Francesca Vinciarelli

scritto il

I buoni pasto il benefit più famoso delle aziende italiane, ecco come cambia.

Tra i benefit in italia ci sono i buoni pasto nonchè i ticket che vanno a sostituire il servizio della mensa. I buoni pasto possono essere utilizzati sia durante l’effettiva pausa pranzo, ma anche come pagamento per l’acquisto di prodotti alimentari presso le strutture che li accettano.

=> Buoni pasto da 7 euro, e tracciabili 

Possono essere presentati sia in carta, sia tramite tessera elettronica dotata di microchip. 

Dal 1 luglio 2015 ci sono stati alcuni cambiamenti, tra questi il cambiamento del valore esentasse dei ticket elettronici con un importo di 7 euro invece di 5,29 euro.

Questo cambiamento è avvenuto per raggiungere il più possibile la media europea e per rendere più veloci e sicure le transazioni.

Per coloro che utilizzeranno i ticket elettronici inoltre ci saranno alcuni elementi positivi, infatti i buoni al contrario dei cartacei, possono essere caricati sulla card senza passare in azienda a ritirarli.

=> Che cos’è un fringe benefit

Infine in caso di furto o smarrimento della card è previsto un blocco della stessa e l’emissione di una nuova carta con la valorizzazione dei buoni smarriti.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari