Colleghi andiamo in pausa pranzo

di Francesca Vinciarelli

scritto il

La paura di passare la pausa pranzo con i colleghi, conoscere i benefici e non, potrebbe aiutare per prendere la miglior decisione.

Rendere una giornata lavorativa migliore è una delle battaglie giornaliere di tutti i lavoratori. Questo per riuscire a superare la giornata con meno stress, con più energia e meno stanchezza, per arrivare a questi obiettivi non basta fare attenzione ad una cosa piuttosto che un’altra, ma si deve focalizzare l’attenzione su un quadro più completo. 

=> Pausa pranzo, le regole 

Più precisamente non si parla solo delle abitudini e dei comportamenti sul lavoro, ma ad esempio è molto importante anche ciò che si compie prima e subito dopo l’entrata a lavoro. Tra le regole d’oro si trovano infatti elementi non obbligatoriamente inerenti al lavoro, come svegliarsi presto, dedicare del tempo agli hobby e riuscire a staccare realmente la spina quando si torna a casa, regole che mettono in comune accordo molte persone, sia per sentito dire e sia perché realmente queste abitudini migliorano il benessere di chi le ha attuate. Ma sul lavoro non è ovviamente consentito lasciare tutto al caso, ma al contrario sono necessarie abitudini e precisi comportamenti. 

=> Pausa pranzo con i colleghi giusti 

Non deve mancare l’organizzazione del proprio lavoro ed anche della propria scrivania, non si deve lasciare troppo spazio alle distrazioni e non bisogna neanche negarsi dei momenti di pausa, come può essere la pausa pranzo. La pausa pranzo è un momento importantissimo, non serve soltanto per recuperare le energie mangiando, ma serve anche per riposarsi e per ritrovare serenità e concentrazione. Tutto ciò però avviene solo se si riesce a passarla con serenità, capire in che modo, con chi e dove, può richiedere tempo ma è essenziale per capire così come renderla utile ed anche positiva.

Le strade di pensiero sono diverse, da una parte si trovano quei lavoratori che preferiscono passare una pausa di lavoro in solitaria lontana da tutto e tutti, altri per esigenza la passano davanti al pc e altri ancora con i propri colleghi. Ovviamente salta subito all’occhio la seconda opzione, passare la pausa pranzo nel proprio ufficio davanti al pc è sbagliato, ma allo stesso è un’abitudine comune, purtroppo però tutto ciò con il tempo danneggia il lavoratore. Lavorare troppe ore continuamente, sopratutto se lo si fa dal pc, fa male sia al fisico e sia alla mente, non solo per quanto riguarda stress e stanchezza ma anche per quanto riguarda la digestione. 

=> L’importanza della pausa pranzo 

Per le altre due opzioni rimanenti si trova una grande spaccatura, il beneficio di una pausa pranzo con i colleghi può variare da molti elementi e per questo non sempre è positiva. Più precisamente si parla di elementi abbastanza ovvi, come può essere il rapporto con i colleghi in ufficio. Ma se non si riesce proprio a decidere, gli studi non lasciano dubbi, in quanto passare la pausa pranzo con i colleghi aiuta, se il lavoro che si svolge è un lavoro creativo oppure legato all’immaginazione, al contrario è dannoso se si lavora invece in un contesto che richiede alta concentrazione. Infine anche il proprio intuito di solito nel dubbio aiuta sempre, nel caso in cui non si riesce proprio a passare la pausa pranzo con i colleghi, meglio scegliere un luogo silenzioso, rilassante e calmo.