Il social media specialist

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il social media specialist le risposte alle domande comuni su tale professioni, ecco quali sono.

Le professioni sono aumentate alcune si sono evolute, altre si sono perse e altre ancora si sono create per le nuove esigenze, tutte realtà molto differenti ma unite dallo stesso scopo di migliorare la qualità della vita.

Le aziende sui social

Lasciarsi alla spalle dei ruoli che sono stati indispensabili nel passato è difficile, ma è ancora più difficile valutare e capire l’evoluzione e l’innovazione delle nuove figure professionali. Sempre più giovani, e non, si avvicinano a ciò che realmente serve nel mondo del lavoro, sarebbe inutile ed anche poco produttivo seguire anni di studio per un ruolo che non esiste più. Per questo motivo e per moltissimi altri si sono sviluppati ruoli ad oggi indispensabili, sia per le aziende che per le persone. Il mondo di oggi ruota intorno al web ed in questo mondo sono nate molteplici figure professionali, essenziali per andare a gestire ed organizzare piattaforme complesse e molto produttive.

Lavoro, social media e relax

Tra i nati del web si trovano al primo posto i social network, utilizzati da tutti in qualsiasi parte del mondo, visti come un modo per comunicare, postare ed esserci nel mondo virtuale. Ma questo mondo come può essere un lavoro? La comunicazione, i post e la presenza sui social non riguardano solo amici, fratelli o fidanzati ma riguardano anche un coinvolgimento di massa notevole verso un prodotto o un servizio, così la trasformazione da semplice profilo privato ad aziendale. Nello specifico si parla di una velocità estrema nell’arrivare ad un notevole pubblico in pochi istanti, questo per un’azienda significa meno costi, meno tempo, più guadagni e più successo ma tutto questo può avvenire solo dietro dei specialisti del settore.

Analisti social

Proprio qui nascano i vari ruoli professionali collegati al web e social network, oggi nello specifico andiamo ad analizzare il ruolo del Social Media Specialist. Questa figura professionale è vista ad oggi come un compito facile e collegato solo alla capacità di sapersi collegare su Facebook o ancora su Instagram, LinkedIn o Pinterest. Questa visione è parzialmente reale ma ovviamente è l’1% di ciò che serve per essere un reale specialista dei social media.

Social Media sul lavoro

Prima di osservare le capacità di tale professione è importante sapere che molti compiti vengono gestiti da più figure professionali come il Social Media Manager, Social Media Strategist, Community Manager ed altri ancora, tutto ciò varia dalla difficoltà e dalla grandezza del progetto. Analizando il social media specialist ci troviamo davanti la capacità di ascolto, organizzazione di un piano editoriale, organizzazione del calendario editoriale, coerenza grafica, interazione con gli utenti, creazioni di contenuti, interazione con l’area marketing e retail, monitoraggio delle performance, gestione delle campagne social e la cura del brand reputation. Nulla è lasciato al caso ma viene seguito ed organizzato in maniera meticolosa e dietro una costante formazione e aggiornamenti, tutto questo per rendere il lavoro un reale successo. Lavorare sui social è ben differente da postare per motivi privati, per questo servono i professionisti per utilizzare reali competenze.