Come sfruttare una landing page per acquisire nuovi clienti

di Redazione PMI.it

scritto il

Una landing page può rappresentare lo strumento più adatto per acquisire nuovi contatti e clienti: scopriamo come sfruttarla per raggiungere l'obiettivo.

Una landing page può avere un ruolo fondamentale per l’acquisizione di nuovi clienti. Soprattutto per chi si occupa di distribuire prodotti online o per attività che offrono servizi, è possibile attrarre visitatori e potenziali clienti tramite le pagine di destinazione.

Una pagina web ben costruita può anche consentire l’acquisizione di nuovi contatti, che andranno poi trasformati in prospect e clienti.

Insomma, una landing page rappresenta uno strumento di digital marketing irrinunciabile. Ecco quali sono i suoi vantaggi e come utilizzarla per aumentare il proprio fatturato.

Landing page: tutti i vantaggi

Il vantaggio principale di questo tipo di pagine è che queste riescono a garantire un gran numero di conversioni. Questa caratteristica deriva dal fatto che una pagina di destinazione ha un chiaro obiettivo, che si accompagna ad una Call To Action (CTA), ossia un invito all’azione, ben chiara. Ogni pagina di destinazione, dunque, deve avere degli obiettivi chiari e prefissati.

La fortuna delle landing page è data proprio dalla loro estrema semplicità: gli utenti non vengono confusi con una quantità enorme di informazioni ma vengono indirizzati verso l’azione voluta dall’azienda.

Si tratta pertanto di una forma di pubblicità di alta qualità alta, perché deve proporre una singola (e irripetibile) offerta. Una caratteristica che aumenta le probabilità che l’utente decida di concludere immediatamente l’affare o comunque di compiere l’azione desiderata, ad esempio compilare un form con i propri dati per essere ricontattato (campagna a scopo di lead generation).

=> Come trasformare gli utenti online in clienti

Le tipologie in base all’obiettivo

In base agli obiettivi che ci si propone di raggiungere con le pagine di destinazione, ne distinguiamo 4 differenti tipologie.

  1. Landing Page Click Through, realizzate per promuovere un’offerta: forniscono informazioni essenziali e, al loro interno, contengono una sorta di percorso che ha come meta finale la pagina per completare l’acquisto.
  2. Pagine Infomercial, ossia pagine di destinazione che, come le Click Through, hanno come obiettivo finale le vendite, ma che sono molto più dettagliate e contengono numerose informazioni sul prodotto.
  3. Squeeze Page volte a ottenere lead, ossia a raccogliere i dati dei potenziali clienti: sono pagine semplici, miranti ad ottenere l’indirizzo email o altri recapiti da utilizzare con finalità di marketing.
  4. Lead Capture, sorta di evoluzione della Squeeze Page: serve per ottenere contatti, ma all’utente viene richiesto un maggior numero di informazioni.

Gli elementi di una pagina in grado di aumentare clienti

Ovviamente, per essere in grado di acquisire nuovi clienti, una landing page deve necessariamente possedere determinati elementi.

Innanzitutto, le pagine di destinazione devono rivolgersi ad un target ben definito: una pagina di destinazione che si rivolge a clienti specifici sarà ancor più semplice da personalizzare e quindi da rendere più attrattiva. Conoscendo i consumatori cui ci si rivolge, si può offrire loro l’offerta, lo sconto o il “magnete” migliore. Ed è proprio in questo modo che il cliente verrà convinto a compiere l’azione desiderata dall’azienda.

Una landing page vincente, poi, deve avere una lunghezza appropriata. Muri di testo e pagine eccessivamente lunghe scoraggeranno di sicuro i potenziali interessati, che abbandoneranno la pagina web prima di compiere l’azione. Allo stesso modo, un testo striminzito avvilisce il lettore, che viene subito indotto a chiudere la pagina per la scarsità delle informazioni che ne ha ricavato.

L’ideale sarebbe quindi una pagina concisa e semplice da navigare. E questo vale sia per le pagine che vengono create per acquisire lead sia per quelle contenenti offerte e opportunità.

Essendo molto specifica, poi, ogni pagina deve contenere un solo invito all’azione. È vero, la CTA può essere ripetuta, ma deve essere unica. Troppe CTA generano solo confusione nell’utente che, a quel punto, non sarà più in grado di compiere l’azione voluta dal brand.

Infine, una landing page in grado di garantire nuovi clienti deve necessariamente contenere delle testimonianze. Si tratta di uno degli strumenti di persuasione più potenti in grado di aumentare le conversioni.


di Laura Caracciolo, Social media manager, AU di Emera