Facebook, Instagram o LinkedIn? Ecco quale social scegliere

di Redazione PMI.it

scritto il

Quale social scegliere per la propria attività? Grazie a questa breve guida, scegliere tra Facebook, Instagram e LinkedIn non sarà più un dilemma.

Qual è il sito Social più adatto per la mia attività? Si tratta di una domanda comune, che aziende e professionisti si fanno spesso. Ed è una domanda la cui risposta non è semplice. Il che, molto spesso, si traduce in apertura di profili sui social media senza alcun piano marketing, che pertanto vengono abbandonati dopo aver condiviso solo qualche post.

=> Social Media giusti per ogni azienda? Ecco come scegliere

In questo modo, si finisce per credere che i Social Media siano solo una perdita di tempo quando invece è il contrario: basta scegliere la piattaforma adatta in base alla tipologia di attività che si gestisce. Ecco dunque, di seguito, le caratteristiche dei tre siti social più usati – Facebook, Instagram e LinkedIn – e le variabili da considerare prima di aprire un account aziendale su queste piattaforme.

Facebook per aziende e professionisti

La prima social community da analizzare è Facebook (il futuro Meta), che ad oggi conta il maggior numero di utenti attivi nel nostro Paese. Facebook è anche uno dei primi Social Media ad essere approdato in Italia e, sebbene non stia più monopolizzando la scena come un tempo, rappresenta ancora un’ottima opportunità per raggiungere molti utenti.

  • La scelta dovrebbe ricadere su Facebook nel caso in cui l’azienda proponga prodotti o servizi per un target non eccessivamente giovane: l’età media degli utilizzatori si è infatti progressivamente alzata negli anni.
  • Un altro fattore da non sottovalutare è che Facebook mette a disposizione delle aziende degli strumenti di marketing professionali e dei tool  totalmente gratuiti.
  • Per coloro i quali si occupano di vendita di prodotti, inoltre, c’è anche la possibilità di creare la propria vetrina gratis, utilizzando lo strumento Facebook Shops e realizzando una sorta di e-commerce interno al social stesso.

Instagram per aziende con target giovane

Il secondo Social Media che viene spesso utilizzato dalle PMI è Instagram. Tuttavia, data la particolarità del social stesso, che si basa essenzialmente sulle immagini, non si tratta di una piattaforma adatta a tutti: di solito, è bene creare un account aziendale su Instagram solo se si è in condizione di garantire delle immagini gradevoli e di qualità ai propri followers.

  • Anche questa piattaforma possiede strumenti per il business e garantisce alle aziende dei tool per condividere informazioni sui prodotti, quali prezzi e caratteristiche, oltre che la possibilità di acquistare un prodotto reindirizzando l’utente al sito e-commerce dell’attività.
  • Per la presenza di queste funzionalità, generalmente Instagram è utilizzato maggiormente da aziende che vendono prodotti direttamente al consumatore; questo però non significa che l’accesso sia precluso ai professionisti o a chi si occupa di fornire servizi.
  • Attenzione, comunque, al fatto che il target raggiungibile grazie a questa piattaforma è relativamente giovane: anche se l’età media degli utilizzatori si sta nettamente alzando, la maggior parte degli utenti che utilizzando Instagram è under 35.

LinkedIn per il branding e le partnership

L’ultimo dei tre Social Media che andremo ad analizzare è LinkedIn, la piattaforma del branding per eccellenza: di solito, questo social viene sfruttato dai professionisti per trasmettere le proprie competenze agli altri, per allacciare rapporti professionali con altri professionisti del settore e per fare networking.

  • I contenuti su LinkedIn sono totalmente incentrati sul business, quindi nella maggioranza dei casi i post saranno visualizzati da altre aziende o professionisti, indipendentemente dal fatto che appartengano o meno allo stesso settore.
  • LinkedIn è anche utile per reclutare nuovi dipendenti, cercare una nuova carriera o trovare altre aziende con cui avviare partnership.
  • Si tratta, insomma, di una piattaforma social adatta alle aziende che sono alla ricerca di opportunità di business interaziendale.

Scegliere il Social Media per la propria attività, dunque, non è così difficile come sembra: basta analizzare il target di riferimento e individuare qual è il social più utilizzato dal target stesso.


 

di Laura Caracciolo, Social media manager, AU di Emera