Definire un piano social

di Chiara Basciano

scritto il

Regole di base per la costruzione di un piano di marketing efficace sui canali social.

Come qualsiasi strategia aziendale,  anche quella riguardante il social media marketing deve avere un piano preciso e delle fasi. Il volto digitale dell’azienda deve essere curato e perché funzioni al meglio deve prima di tutto avere degli obiettivi chiari.

Non basta un certo numero di condivisioni o di “mi piace”, gli obiettivi devono essere in linea con la strategia di marketing generale e devono essere specifici, misurabili, raggiungibili e rilevanti, e definiti nel tempo, secondo la metodologia SMART.

Bisogna confrontarsi con i competitor e con i clienti, prendendo in considerazione il target di riferimento e il contesto generale. Non si può vivere isolati infatti, ma prendere spunto dalle richieste dei clienti e delle tendenze nel settore di riferimento.

Anche i leader di settore possono essere di grande aiuto, è essenziale seguirli e capire come si muovono, prendendo spunto.

Una cosa molto importante e spesso trascurata è avere un vero e proprio piano editoriale, come se si stesse costruendo una testata. La cadenza dei post deve essere fissa e i contenuti devono essere studiati a tavolino. La regola generale vuole che un terzo dei contenuti riguardi le attività aziendali, un terzo punti a condividere idee e storie dei leader del settore e un altro terzo si basi sulle interazioni personali.

=> Social Media: accrescere la relevance di brand

L’ultimo passo importante è monitorare l’andamento attraverso strumenti di analisi, in modo da poter aggiustare il tiro e migliorare la resa dei social media. Trattandosi di uno strumento in continua evoluzione non è permesso attenersi troppo rigidamente alle regole, ma è necessario studiare di continuo e rimanere con la mente aperta al cambiamento.