Tratto dallo speciale:

Maker Faire Roma: proroga Call 2018

di Noemi Ricci

scritto il

Maker Faire Rome 2018, prorogata la scadenza di tutte le Call: le nuove date per Makers, Scuole, Università e Centri di Ricerca.

C’è grande attesa per il “Maker Faire Rome – The European Edition” 2018 e l’interesse sembra essere davvero elevato, tanto che le organizzazioni di quello che viene considerato il più grande evento europeo sull’innovazione hanno deciso di prorogare la scadenza per inviare la propria candidatura a partecipare.

In una nota stampa gli organizzatori dell’evento giunto alla sesta edizione, che si terrà alla Fiera di Roma dal 12 al 14 ottobre 2018, fanno sapere:

Sono già arrivati molti progetti, di qualità davvero elevata. Ma non volendo rischiare di lasciarne fuori altri altrettanto interessanti e facendo seguito a numerose specifiche richieste, gli organizzatori della “Maker Faire Rome – The European Edition” hanno prorogato la scadenza delle varie call.

Tutte le Call prorogate

Per presentare i propri progetti c’è tempo:

  • fino al 7 luglio per la Call for Makers dedicata agli appassionati di tecnologia, educatori, pensatori, inventori, ingegneri, autori, artisti, chef, artigiani, designer, agricoltori, ricercatori, startupper e tutti coloro che intendano condividere e far conoscere la proprie idee innovative in ogni settore. I progetti selezionati potranno partecipare gratuitamente alla Maker Faire 2018;
  • fino al 30 giugno per la Call for Schools, iniziativa nata in collaborazione con il MIUR, per promuovere i progetti innovativi negli Istituti superiori nazionali e appartenenti ai Paesi dell’Unione Europea. In questo caso i progetti selezionati oltre ad avere diritto a uno spazio espositivo gratuito all’interno di un’area dedicata alle scuole saranno riconosciuti anche come attività valida ai fini del percorso di Alternanza Scuola Lavoro;
  • fino al 7 luglio anche per la Call for Universities and Research Institutes, che pone i riflettori sull’innovazione, attraverso la diffusione della cultura digitale e lo sviluppo dell’imprenditorialità individuale e collettiva.