Tratto dallo speciale:

POS senza spese: Telecom lo offre alle Partite IVA

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il servizio di mobile POS di Telecom-Payleven per semplificare l'obbligo di POS per professionisti, artigiani, commercianti e partite IVA.

È ormai entrata in vigore la norma che prevede l’obbligo per professionisti, artigiani, commercianti e Partite IVA di dotarsi di POS per accettare pagamenti elettronici effettuati tramite bancomat e carte di debito e credito per transazioni di importo superiore ai 30 euro. Per agevolare l’adempimento, Telecom Italia ha siglato un accordo con Payleven, operatore europeo di pagamenti. Grazie alla partnership, gli esercenti avranno a disposizione – come alternativa semplice ed economica al classico apparecchio POS, con le relative spese, oltre alle commissioni – un servizio di Mobile POS  accessibile tramite smartphone o tablet, quindi anche in mobilità, e senza costi aggiuntivi. Proprio i costi di gestione del POS rappresentano una delle maggiori preoccupazioni per coloro che sono soggetti alla nuova normativa,nonostante la riduzione delle commissioni appena scattata.

=> POS per Partite IVA, commissioni ridotte da luglio 2014

Pagamenti elettronici

La soluzione proposta da Telecom e Payleven permette di superare in parte il freno dei costi legati alle transazioni digitali, così da mettersi in conformità e garantire ai clienti il servizio di pagamento elettronico. Anche i piccoli e medi esercenti possono così andare incontro alla crescente tendenza da parte della clientela che predilige sempre di più il pagamento con carte e bancomat, rispetto a quello in contanti. Secondo recenti statistiche, infatti, la clientela che opta per il pagamento senza contante è cresciuta del +4% nel 2013 rispetto al 2012.

Offerta Telecom-Payleven

La partnership prevede che i clienti che sottoscrivono il pacchetto dati “1 GIGA MOBILE POS” proposto da Impresa Semplice di Telecom Italia possano richiedere senza costi aggiuntivi a Payleven il lettore Chip & PIN compilando comodamente il form disponibile online. Poi sarà sufficiente scaricare l’App da Play store o Apple store sul proprio smartphone o tablet, per abilitare l’interazione con il POS: questo verrà collegato al device via bluetooth permettendo agli esercenti di digitare sul display gli importi, il PIN o la firma digitale (a seconda che si utilizzi il bancomat o la carta di credito) con costi di commissione sulle transazioni particolarmente convenienti. Successivamente l’esercente può visualizzare da web le transazioni effettuate, le relative statistiche e le rendicontazioni e può inviare ai clienti la ricevuta di pagamento via email.

Dunque, non una soluzione gratuita ma, paragonata al classico POS, più conveniente sia sul dispositivo (senza costi) sia sulle commissioni (ridotte). Spiega Enrico Trovati, Responsabile Marketing Business di Telecom Italia:

«L’accordo con Payleven ci consente di ampliare la nostra offerta per la diffusione di sistemi di pagamento avanzati attraverso un’innovativa soluzione. Siamo sicuri che questo accordo permetterà agli esercenti e ai professionisti di adeguarsi alla normativa vigente in un modo semplice ed economico, assecondando le esigenze dei propri clienti».

Alberto Adorini, Managing Director payleven Italia, aggiunge:

«Siamo orgogliosi di lavorare al fianco di Telecom Italia con l’obiettivo di aumentare l’accettazione di pagamenti con carta nel settore delle PMI. L’accordo tra Payleven e Telecom Italia dimostra come un leader dell’ICT possa collaborare con un’azienda giovane ed in crescita, pioniera nel mondo del mobile payment, per portare innovazione sul mercato».

 

I Video di PMI

Regime forfettario: guida ai requisiti