Tratto dallo speciale:

Startup innovative, agevolazioni 2017

di Barbara Weisz

scritto il

La Legge di Bilancio prevede nuove agevolazioni per investitori anche stranieri in startup innovative e semplificazioni fiscali per la loro costituzione: le novità 2017.

Agevolazioni per gli investimenti, semplificazioni per l’atto costitutivo, perdite fiscali assorbite da società sponsor: sono diverse le novità per startup innovative presenti in Legge di Bilancio 2017, riguardanti sia l’attrazione di capitali sia gli imprenditori che aprono nuove imprese. Vediamo una sintesi delle misure.

=> Startup innovative: i settori più finanziati

Agevolazioni investitori

Raddoppia a 1 milione di euro l’investimento massimo a cui si applica la detrazione, che passa dal 19% al 30%. Più stringenti tuttavia i requisiti temporali: la quota deve essere tenuta per almeno tre anni (prima erano due).

C’è poi un’agevolazione specifica che concede un ingresso di soggiorno di Italia a investitori stranieri. Fra le attività che danno diritto a questo visto per investitori, c’è anche l’ingresso nel capitale di un’impresa, che deve essere pari a 1 miliardo, ma la soglia è ridotta a 500 milioni se si finanzia una startup innovativa iscritta al Registro Imprese.

Atto costitutivo

Abolite imposte di bollo e diritti di segreteria sull’atto costitutivo per le startup innovative che si iscrivono alla sezione speciale del Registro Imprese.

=> Startup: 50mila euro per l’avvio di impresa

Perdite fiscali

Le startup partecipate almeno al 20% da una società quotata su un mercato regolamentato possono cedere le perdite fiscali realizzate nei primi tre esercizi. Ecco i requisiti:

  • la cessione deve riguardare tutte le perdite registrate nel periodo,
  • deve esserci identità di esercizio sociale fra le due società,
  • l’operazione va perfezionata entro il termine della dichiarazione dei redditi.

La cessionaria segna le perdite in diminuzione dal reddito complessivo ottenendo quindi un vantaggio fiscale e remunerando la cedente con una somma pari all’imposta calcolata sulle perdite acquisite. Le somme percepite e versate fra le due società non concorrono alla formazione del reddito.

INAIL

L’istituto nazionale contro gli infortuni sul lavoro può sottoscrivere quote di fondi comuni d’investimento chiusi dedicati all’attivazione di startup innovative, costituire o partecipare le nuove imprese finalizzate all’utilizzazione industriale dei risultati della ricerca, anche con soggetti pubblici e privati, italiani e stranieri, attivi in settori ad alto valore tecnologico. Per l’operatività bisogna attendere specifico decreto ministeriale.