Tratto dallo speciale:

Green Pass: come verificarlo con App VerificaC19

di Redazione PMI.it

scritto il

Per verificare se una Certificazione Verde è autentica bisogna utilizzare l'app gratuita VerificaC19 installata su un qualunque dispositivo mobile.
Per verificare se una Certificazione verde è autentica bisogna utilizzare l’app gratuita VerificaC19 installata su un dispositivo mobile.

Lo ricorda il Governo, mettendolo nero su bianco in una breve nota stampa. Non servono altre dotazioni tecnologiche per controllare la validità ed autenticità di una Certificazione Verde Covid-19, basta scaricare l’applicazione gratuita su un qualsiasi dispositivo mobile.

Istruzioni d’uso App VerificaC19

Non servono accorgimenti particolari o ulteriori adempimenti di privacy, perchè l’App VerificaC19 non memorizza le informazioni personali contenute nel QR Code del Green Pass e visualizzate sul dispositivo del soggetto verificatore ma si limita ad ottenere una conferma di validità in tempo reale, che non viene neanche registrata. Non serve neanche la connessione Internet per usarla.

Le istruzioni di download e di utilizzo sono semplici e immediate.

  1. Scarica l’applicazione  da App Store di AppleGoogle Play Store.
  2. Apri l’app “VerificaC19”.
  3. Nella schermata iniziale premi il tasto “Avvia scansione”, si attiverà la fotocamera.
  4. Inquadra il codice QR del green pass con la fotocamera del cellulare.
  5. Se il green pass è regolare e in corso di validità, l’app mostrerà la scritta “Certificato valido” e nome, cognome e data di nascita dell’intestatario.

Verificatori

Posso usare la App VerificaC19:

  • I pubblici ufficiali nell’esercizio delle relative funzioni.
  • Il personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi iscritto nell’elenco di cui all’articolo 3, comma 8, della legge 15 luglio 2009, n. 94.
  • I soggetti titolari delle strutture ricettive e dei pubblici esercizi per l’accesso ai quali è prescritto il possesso di certificazione verde COVID-19, nonché i loro delegati.
  • Il proprietario o il legittimo detentore di luoghi o locali presso i quali si svolgono eventi e attività per partecipare ai quali è prescritto il possesso di certificazione verde COVID-19, nonché i loro delegati.
  • I gestori delle strutture che erogano prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali per l’accesso alle quali in qualità di visitatori sia prescritto il possesso di certificazione verde COVID-19, nonché i loro delegati.

Attività con obbligo di Green Pass

  • Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
  • sagre e fiere, convegni e congressi;
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso (sono esclusi i centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione, tutte attività per le quali non è richiesta il documento anti Covid);
  • Sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • Concorsi pubblici.

N.B. La Certificazione verde COVID-19 non è richiesta ai bambini esclusi per età dalla campagna vaccinale (fino a 12 anni) e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica, per i quali verrà creata una Certificazione digitale dedicata. Finché questa non sarà disponibile, possono essere utilizzate quelle rilasciate in formato cartaceo.