Mutui, pensioni, assicurazioni: dati al Fisco per il 730 precompilato

di Barbara Weisz

scritto il

Banche, intermediari finanziari, assicurazioni ed enti previdenziali inviano le comunicazioni all'Anagrafe Tributaria utili per il 730 precompilato entro lunedì 2 marzo: dati da inviare e modalità.

Ultimissimi giorni per le banche e gli intermediari finanziari per inviare all’Anagrafe tributaria i dati su conti correnti e investimenti dei contribuenti relativi al 2013, e alcune informazioni 2014 che poi vengono utilizzate dall’Agenzia delle Entarte per predisporre il 730 preocompilato: l’invio va effettuato entro lunedì 2 marzo (sarebbe il 28 febbraio, ma cade di sabato). Le modalità di trasmissione relative alle informazioni utili per le dichiarazioni precompilate sono quelle comunicate dall’Agenzia delle Entrate lo scorso 16 dicembre 2014, con tre diverse comunicazioni destinate a soggetti che erogano mutui, assicurazioni, istituti previdenziali. Vediamo i punti fondamentali.

=> 730 precompilato: istruzioni complete

Ecco quali sono i dati finanziari relatvi al 2014 che vanno comunicati per consentire la corretta predisposizione dei modelli 730: polizze assicurazione e relativi premi detraibili, con esclusione delle polizze concernenti la responsabilità civile e l’assistenza e garanzie accessorie, interessi passivi e oneri accessori per mutui agrari e fondiari, contributi previdenziali e assistenziali, esclusi – per il primo anno di applicazione – i contributi versati alle forme di previdenza complementare.

=> 730 precompilato: i nuovi obblighi per il contribuente

Più nel dettaglio, banche e soggetti che erogano mutui agrari e fondiari inviano i dati relativi alle quote di interessi passivi e i relativi oneri accessori, utilizzando Entratel o Fisconline, servendosi dei software di controllo e predisposizione dei file dell’Agenzia delle Entrate. Le imprese di assicurazione trasmettono i dati relativi ai premi di assicurazione detraibili e ai contratti di assicurazione (esclusi quelli relativi alla responsabilità civile e all’assistenza e garanzie accessorie), tramite il SID, il sistema di interscambio dati. Infine, gli enti previdenziali inviano i dati relativi ai contributi previdenziali e assistenziali utilizzando Entratel e Fisconline. Attenzione: solo per quest’anno, non devono inviare le informazioni relative alle forme di previdenza complementare. Nel caso lo abbiano già fatto, il relativo file deve essere annullato.

Ricordiamo che l’Agenzia delle Entrate utilizzerà queste informazioni per mettere a punto il modello 730 preocompilato di lavoratori dipendenti e pernsionati che saranno a disposizione dei contribuenti a partire dal prossimo 15 aprile. Per quanto riguarda, infine, i rapporti finanziari 2013, le comunicazioni vanno effettuate secondo le modalità comunicate dal Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 10 febbraio. Poi, entro il prossimo 29 maggio, andranno inviati i dati relativi al 2014.

=> Conti correnti e anagrafe tributaria: nuove regole di invio

I Video di PMI

Come funziona il 730 precompilato