Alluvione Genova: nessuna deroga al blocco delle tasse

di Teresa Barone

scritto il

Imprese e cittadini genovesi colpiti dall’alluvione dovranno versare le tasse comunali a partire dal 28 febbraio 2015.

Il 28 febbraio scadrà la proroga del versamento delle tasse relative al Comune di Genova concessa ai cittadini e alle imprese che hanno subito danni a causa dell’alluvione dell’ scorso autunno: non è infatti prevista alcuna deroga e tutti saranno chiamati a versare IMU, TASI, TARI e COSAP finora congelate.

=> Alluvione Genova: prestiti a imprese e famiglie

Tributi comunali

Come ha affermato l’assessore al Bilancio Franco Miceli:

«Non è tecnicamente possibile andare oltre perché non si potrebbe chiudere il bilancio consuntivo del 2014».

Ammontano a meno dei 9 milioni di euro le imposte non riscosse dall’amministrazione comunale ma da parte dei rappresentanti di categoria arriva la richiesta di tramutare la sospensione delle tasse in annullamento: il Comune, tuttavia, sottolinea la criticità della situazione attuale:

«Una misura di questo tipo la vorremmo fare, ma le condizioni per metterla in atto non esistono. Nel 2015 si dovrà far fronte a un ulteriore, pesante taglio dei trasferimenti statali e si farà fatica a chiudere il bilancio. Non si può rinunciare a voci significative già previste nel conto economico 2014».

Rateizzazione

Il Comune di Genova, secondo quanto annunciato alla fine del 2014, potrebbe approvare una delibera per stabilire la rateizzazione dei pagamenti.

=> Leggi tutte le news per le PMI della Liguria

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali