Tratto dallo speciale:

DURC Interno: disservizi INPS per il rilascio

di Francesca Vinciarelli

scritto il

I disservizi per il rilascio del DURC interno da parte dell'INPS denunciati dai Consulenti del Lavoro.

I disservizi INPS per il rilascio del DURC interno e l’invio delle note di rettifica arretrate stanno mettendo a rischio le aziende, bloccate nelle attività che richiedono il Documento Unico di Regolarità Contributiva. A denunciare le continue discrepanze nella gestione dei semafori sono i Consulenti del Lavoro:

“A quattro mesi dall’avvio delle nuove procedure INPS legate al DURC interno e all’invio delle note di rettifica arretrate, si riscontrano ancora continui disservizi da parte dell’Istituto nella gestione dei “semafori”, con numerose difficoltà di conseguenza anche per le aziende”, si legge nel comunicato stampa.

=> DURC interno negativo, notifica via PEC

Disservizi DURC interno

Già lo scorso luglio i Consulenti del Lavoro avevano lamentato all’INPS l’invio di note di rettifica errate a causa delle quali venivano bloccate, ingiustamente, tutte le attività che necessitavano del rilascio del DURC.

=> Errori DURC interno: la posizione dell’INPS

A novembre nuovamente i Consulenti del Lavoro sono tornati a denunciare i disservizi dell’INPS, ovvero l’invio delle note di rettifica arretrate. Più in particolare i semafori rossi relativi al DURC interno non hanno tenuto conto di eventuali dilazioni amministrative (o in Equitalia o di pagamenti effettuati direttamente al concessionario).  Nella nota stampa dei CdL si legge:

“L’Istituto, nonostante le citate segnalazioni di criticità, ha lo stesso inviato le PEC con i preavvisi di accertamento del mese di giugno, salvo poi emettere un messaggio con il quale ha preannunciato l’invio di un’altra PEC che ne annullava l’efficacia. Tali preavvisi PEC, che rimandano al cassetto previdenziale per determinare esattamente il debito da regolarizzare, non contengono l’indicazione che tali debiti sono privi del calcolo delle sanzioni. Le aziende che hanno pagato, pertanto, solo la sorte capitale, ora scoprono che sono ancora ritenute irregolari ai fini dell’art. 1, c. 1175, l. n. 296/06. In questi giorni nell’evidenza rettifiche del cassetto previdenziale, sono comparse note relative al 2014 emesse ai sensi del predetto art. 1, cit., con scadenze a partire dal prossimo 14/11, ma senza che le aziende abbiano ricevuto il preavviso telematico che invita alla regolarizzazione nei quindici giorni”.

=> DURC interno negativo: l’informativa INPS

Semafori DURC

Ricordiamo che il sistema del DURC interno prevede l’invio di una comunicazione su base mensile: nel cassetto previdenziale dell’azienda appare semaforo rosso, giallo e verde corrispondente rispettivamente a un esito negativo, temporaneamente negativo o positivo. Il preavviso arriva il 15 di ogni mese:

  • semaforo giallo con invito a regolarizzare la posizione entro 15 giorni (fine mese);
  • semaforo verde, l’azienda ha diritto ai benefici fiscali e contributivi;
  • semaforo rosso, se la posizione non viene sanata e per il mese a cui si riferisce l’azienda non ha benefici.

Richieste dei CdL

In definitiva i Consulenti del Lavoro ritengono che, per non creare complicazioni agli imprenditori, sia necessario rimandare ancora gli effetti della procedura DURC interno finché non sia definitivamente completato il processo di reingegnerizzazione e non siano state effettuate le opportune verifiche con la Direzione Generale dell’Istituto.