Tratto dallo speciale:

DURC e acquisizione d’ufficio: ecco chi deve farne richiesta

di Francesca Vinciarelli

scritto il

DURC, con una nota il Ministero del Lavoro chiarisce come individuare i soggetti legittimati a richiedere d’ufficio il Documento unico di regolarità contributiva.

Chiarimenti in tema di DURC e acquisizione d’ufficio: il Ministero del Lavoro ha spiegato nella nota n.12064 del 2 luglio come individuare i soggetti legittimati a effettuare tale richiesta tramite Sportello Unico Previdenziale.

Oggetto della nota, “DURC – obbligo di richiesta d’ufficio da parte delle stazioni appaltanti diverse dalle amministrazioni aggiudicatici”.

Le precisazioni si sono rese necessarie a fronte dei numerosi dubbi sollevati in merito alle nuove procedure di acquisizione d’ufficio del DURC  (Documento unico di regolarità contributiva).

Questa pratica, introdotta dai recenti interventi normativi con scopi di semplificazione, precisa il Ministero, deve riguardare tutti i soggetti interessati alle procedure di cui al Codice dei contratti di cui al Decreto Legislativo n.163/2006 e al relativo Regolamento di attuazione di cui al D.P.R. n . 207 del 5 ottobre 2010.

Dunque, ai fini di una effettiva semplificazione degli adempimenti, l’acquisizione DURC  d’ufficio deve riguardare tutte le stazioni appaltanti, anche diverse dalle pubbliche amministrazioni, che sono ritenute “amministrazioni aggiudicatrici” ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006.

Quindi anche gli Enti e dai soggetti aggiudicatori e i gestori di pubblici servizi che operano nel rispetto di tale decreto legislativo.

In estrema sintesi, la nota afferma dunque che il DURC va acquisito d’ufficio anche da queste società. Di conseguenza, il Ministero invita INAIL, INPS, Ministero PA e Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici e Commissione nazionale paritetica delle Casse Edili  a rilasciare a questi soggetti le credenziali di
accesso allo Sportello Unico Previdenziale.

Tra l’altro, dal 7 Luglio 2012 la richiesta di DURC per lavori privati in edilizia potrà essere effettuata anche dagli utenti registrati sul portale con il profilo “stazione appaltante/amministrazione procedente” mentre la richiesta di DURC per “partecipazione/aggiudicazione gara” sarà inibita ad aziende e loro intermediari.

I Video di PMI

DURC online, procedura di rilascio