Tratto dallo speciale:

Precompilata 2020 dal 5 maggio: guida e scadenze

di Redazione PMI.it

scritto il

Dal 5 maggio online per la consultazione il 730 precompilato e il modello Redditi, modifica e invio dal 14 e 19 maggio: calendario scadenze per la dichiarazione dei redditi 2020.

Parte la stagione dichiarativa 2020: dal 5 maggio sono a disposizione dei contribuenti i modelli precompilati 730 e Redditi 2020 sul portale specifico dell’Agenzia delle Entrate: per entrare bisogna utilizzare le proprie credenziali, mentre a disposizione di tutti, in chiaro, ci sono come sempre le pagine informative con le indicazioni.

L’Agenzia ha anche pubblicato un provvedimento, lo scorso 30 aprile, che contiene tutte le indicazioni del caso: credenziali per l’accesso, dati precompilati, platea dei destinatari, presentazione diretta o delega agli intermediari, calendario.

=> Dichiarazione Redditi, 730 e Precompilata: le nuove scadenze 2020

Molto in sintesi, partendo dal portale dedicato, è possibile accedere al sito informativo oppure consultare la propria dichiarazione precompilata, inserendo le credenziali SPID, Fisconline, CNS (carta nazionale dei servizi) o PIN INPS.

Ricordiamo che da quest’anno sono presenti in dichiarazione dei redditi nuovi dati precompilati relativi alle spese sanitarie: spese effettuate presso dietisti, igienisti dentali, fisioterapisti, tecnici della riabilitazione psichiatrica, podologi, biologi e tecnici ortopedici. Altri nuovi dati: contributi lavoratori domestici tramite il Libretto Famiglia, compensi per l’attività libero professionale intramuraria svolta dal personale dipendente del Servizio sanitario nazionale. Gli altri dati preinseriti, oltre a quelli relativi al reddito presenti nella certificazione unica:

  • quote di interessi passivi e relativi oneri accessori per mutui in corso;
  • premi di assicurazione sulla vita, causa morte e contro gli infortuni e premi per
  • assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi;
  • contributi previdenziali e assistenziali;
  • contributi versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o familiare, anche tramite lo strumento del Libretto Famiglia;
  • spese sanitarie e relativi rimborsi;
  • spese veterinarie;
  • spese universitarie e relativi rimborsi;
  • contributi versati alle forme di previdenza complementare;
  • spese funebri;
  • spese relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e agli interventi finalizzati al risparmio energetico;
  • spese relative ad interventi di sistemazione a verde degli immobili;
  • erogazioni liberali nei confronti delle ONLUS, delle associazioni di promozione sociale, delle fondazioni e associazioni riconosciute aventi per scopo statutario la tutela, promozione e la valorizzazione dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico e delle fondazioni e associazioni riconosciute aventi per scopo statutario lo svolgimento o la promozione di attività di ricerca scientifica;
  • spese per la frequenza degli asili nido e relativi rimborsi.

Calendario

Da martedì 5 maggio si può consultare la precompilata. Per poterla inviare, con o senza modifiche, è necessario attendere. A partire dal 14 maggio si potrà modificare e inviare il 730 precompilato, e anche modificare il modello Redditi 2020. Dal 19 maggio si potrà anche inviare il modello Redditi. Le altre scadenze del calendario dichiarazione dei redditi 2020:

  • 25 maggio: invio modelli Redditi aggiuntivo del 730 (frontespizio e quadri RM, RT e RW), e Redditi correttivo, per correggere e sostituire il 730 o il modello Redditi già inviato. Annullamento 730 già inviato e presentazione nuova dichiarazione tramite l’applicazione web. Attenzione: l’annullamento del 730 si può fare solo una volta.
  • 22 giugno: ultimo giorno per annullare il 730 già inviato.
  • 30 giugno: ultimo giorno per versamento saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi.
  • 30 luglio: termine per i versamenti sopra descritti (saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi), con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse.
  • 30 settembre: ultimo giorno per la presentazione del 730 precompilato all’Agenzia delle Entrate direttamente tramite l’applicazione web e per comunicare al sostituto d’imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto IRPEF o di volerlo effettuare in misura inferiore.
  • 26 ottobre: scadenza per la presentazione del 730 integrativo al Caf o professionista abilitato. Questa operazione è possibile solo se la nuova dichiarazione comporta un maggiore credito, un minor debito o un’imposta invariata.
  • 10 novembre: termine presentazione del 730 correttivo di tipo 2 all’Agenzia delle Entrate direttamente tramite l’applicazione web.
  • 30 novembre: ultimo giorno per presentare il modello Redditi precompilato, inviare il modello Redditi correttivo del 730, versare il secondo o unico acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi.

I Video di PMI

Aliquote IRPEF e scaglioni di reddito