Tratto dallo speciale:

ZFU Sisma: rimborso Canone RAI al via

di Redazione PMI.it

scritto il

Le indicazioni dell'Agenzia delle Entrate per il rimborso del canone RAI versato dai contribuenti residenti nei Comuni colpiti dagli eventi sismici per cui è stata disposta la sospensione dei versamenti.

Con provvedimento direttoriale (Protocollo n. 181035/2018), l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità di presentazione delle istanze di rimborso delle somme versate per il canone RAI nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 29 maggio 2018, da parte dei contribuenti residenti nei territori dei Comuni delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria colpiti dagli eventi sismici verificatisi a partire dal 24 agosto 2016.

Per questi territori il D.L. n. 55/2018 ha infatti disposto la sospensione del versamento del canone TV e ora l’Agenzia delle Entrate stabilisce che i soggetti che hanno pagato il canone TV con addebito nelle fatture per la fornitura di energia elettrica potranno presentare l’istanza avvalendosi del modello già ordinariamente utilizzato per i rimborsi connessi a tale modalità di addebito.

Coloro che abbiano pagato il canone TV con modalità diverse da quella sopra descritta, o hanno pagato il canone di abbonamento speciale, dovranno presentare l’istanza di rimborso in carta semplice, unitamente ad una copia di un valido documento di riconoscimento, a mezzo del servizio postale. In tal caso, l’istanza deve contenere: i dati anagrafici del richiedente (e del defunto, se la richiesta è presentata dall’erede); i dati del pagamento; l’importo chiesto a rimborso; il motivo della richiesta di rimborso riportando la seguente causale: “Rimborso previsto dall’art. 1, comma 5, del D.L. 29/05/2018, n. 55”.