CIO, forti in azienda ma poco decisivi

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

I risultati del CIO Leadership Survey 2008 sottolineano come la figura del CIO sarebbe determinante per definire le giuste strategie di innovazione all'interno dell'azienda, anche se ad oggi non hanno ancora un ruolo decisivo

I dati del CIO Leadership Survey 2008, da poco resi pubblici, dipingono la figura del CIO in azienda come l’unica ad avere una visione d’insieme dei processi di business e quindi in grado di coniugare la vision tecnologica con quella strategica.

Pertanto il Responsabile ICT fornirebbe il giusto supporto alla definizione di obiettivi strategici e seguirebbe in modo completo la progettazione e l’attuazione tecnologica.

L’indagine è stata condotta dall’organizzazione industriale indipendente Center for CIO Leadership, il cui obiettivo è quello di promuovere a livello internazionale la figura del CIO come punto di riferimento per tutto il business aziendale. I partecipanti al sondaggio sono stati 300 Chief Information Officers (CIO) da oltre 45 paesi.

Gli spunti interessanti che emergono da questa indagine si riferiscono a quattro aree principali: Leadership, Strategie e Processi di Business, Innovazione e Crescita e Organizzazione e Gestione dei Talenti.

Le statistiche mostrano come il 91% dei CIO sia consapevole del ruolo dell’IT nella crescita aziendale e l’85% dichiara di avere a disposizione buoni rapporti con la dirigenza aziendale.

Tuttavia solo il 67% lavora di concerto con la dirigenza quanto si devono definire le strategie di sviluppo e di business dell’impresa.

Altra nota da evidenziare riguarda la gestione dei talenti. Da un lato il 93% del campione ha ben chiara la necessità in termini di competenze per portare avanti un progetto d’impresa, ma solo il 64% attualmente possiede un piano d’azione per l’acquisizione e lo sviluppo di talenti.