Microimprese? Più aggregazione verticale

di Noemi Ricci

scritto il

Roberto Bellini, presidente Aica Milano, ha evidenziato come le aggregazioni verticali siano alla base di strategie produttive più efficaci per le piccole imprese

A margine dell’edizione 2008 dell’Innovation Forum, il presidente di Aica Milano, Roberto Bellini, ha fatto il punto sullo scenario corrente in tema di strategie di aggregazione e collaborazione per le piccole e medie imprese presenti sul territorio.

Focus dell’intervento, la verticalizzazione delle reti di interconnessione tra Pmi.

Le microimprese che collaborano in rete sono spesso eterogenee, con un business differenziato rispetto all’attività del settore per cui collaborano.
Quel che sembra mancare, è una sorta di verticalità della rete, che offrirebbe la possibilità di collaborazione tra aziende appartenenti al medesimo settore e di conseguenza valorizzerebbe la ricerca e l’innovazione.

Secondo Bellini, le opportunità di verticalizzazione ottimizzerebbero gli elementi di business, rendendo la filiera che porta alla commercializzazione del prodotto più flessibile ed efficiente.

Un caso esemplare è stato individuato in Domotecnica, consorzio che si inserisce nell’ambito delle apparecchiature di condizionamento e riscaldamento, che ha creato una rete verticale, con l’ausilio della società di servizi di marketing e gestionali digitali Wdc. La rete così generata accoglie oggi circa 1.500 imprese, disposte a pagare per tutti i servizi ricevuti.

I Video di PMI

Come scegliere il contenuto giusto sui social