Tratto dallo speciale:

Digitalizzazione in crescita: 70% PMI in banda larga

di Francesca Vinciarelli

scritto il

A circa trent’anni dalla nascita di internet, prosegue la corsa alla digitalizzazione del nostro Paese: il quadro è positivo ma permane il tipico ritardo strutturale italiano.

La connettività sta raggiungendo la maggior parte della popolazione, tanto che oggi quasi il 90% degli italiani può accedere alla rete in modo tradizionale e il 70% accede alla Rete anche da smartphone. Internet e la banda larga hanno inoltre cambiato completamente lo scenario di erogazione e fruizione di contenuti e di servizi, obbligando le aziende di ogni settore produttivo ad una necessaria evoluzione.

=> Domini Internet: come ottimizzare il portfolio

È quindi cambiato lo scenario di business, ma anche quello di rapporto con la clientela, sempre più affamata di contenuti e servizi internet da fruire tramite smartphone. Cresce l’utilizzo dei social e digital, che nel tempo stanno sostituendo i classici contact center e stanno migliorando la soddisfazione e l’esperienza dei clienti. Il grande vantaggio per le aziende è che oggi, anche le più piccole, possono competere sul mercato globale e, grazie a questa Digital Transformation, possono offrire i propri servizi in modalità nuova e distribuita. Inoltre possono accedere ad una grande varietà e numerosità di consumatori, anche mediante i marketplace già disponibili sulla rete, raggiungendo anche la clientela mobile.

=> Startup innovative, incentivi fiscali 2016

Tuttavia, come evidenziato dal rapporto sul monitoraggio della banda larga e lo Smart City Index pubblicato da EY, il divario con l’Europa è ancora ampio, soprattutto nel settore pubblico. L’Italia si piazza infatti al penultimo posto dopo la Grecia in termini di connettività e mostra ancora forti differenza tra il nord e il sud del Paese. Di buono c’è che qualcosa si sta muovendo e alcune politiche di intervento a livello centrale sembrano andare nella giusta direzione. Tanto per avere un quadro sulla capacità di innovazione di imprese e PA:

  • il 70% delle imprese è online;
  • il 94% ha una connessione a banda larga;
  • il 75% dei Comuni è raggiunto da una connessione a banda larga, il 91% ha un sito web con servizio di acquisizione di informazioni e il 76% ha un sito web con servizio di download modulistica;
  • il 65% delle amministrazioni presenti nell’IPA ha pubblicato dataset;
  • il 49% delle ASL-AO offrono servizio di ritiro dei referti online;
  • il 98% delle imprese sono informatizzate e oltre il 20% effettuano acquisti online;
  • il 40% delle aziende e il 10% dei Comuni utilizzano servizi di cloud computing di medio-alta complessità;
  • solo l’1,3% del PIL viene investito in Ricerca e Sviluppo.