Tratto dallo speciale:

Portale Offerte: bollette luce e gas a confronto su Mercato Libero e Tutelato

di Redazione PMI.it

scritto il

Il portale pubblico online compara le offerte di luce e gas per privati e imprese: Mercato Libero, Offerte PLACET, Servizi di Tutela, Cambio Venditore.

Il Portale Offerte (curato dall’ARERA – Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) è il sito pubblico dove famiglie e imprese possono confrontare gratuitamente tutte le offerte di elettricità e gas disponibili presso il proprio domicilio o sede. Il portale offre un motore di ricerca comparativo, da impostare in base ai filtri scelti dall’utente. Sul sito si possono consultare anche le offerte PLACET (Prezzo Libero a Condizioni Equiparate di Tutela) e le tariffe dei Servizi di Tutela (Servizio di Maggior Tutela e Servizio di Tutela Gas), oltre a quelle già presenti nella sezione Trova Offerte dell’ARERA, dove ci sono tutte le offerte disponibili nella loro totalità.

=> Mercato Libero vs Maggior tutela

I prezzi dell’energia

La comparazione può risultare particolarmente utile in considerazione dell’aumento scattato nei mesi scorsi per le tariffe elettriche sul Mercato Tutelato, dopo un lungo periodo di prezzi regolati rimasti stabilmente bassi. Ad aver subito un rialzo sono state le voci della bolletta della luce non strettamente legate al consumo energetico e stabilite non dal singolo fornitore ma dall’Authority. Di contro, il Mercato Libero non ha reagito con un conseguente rialzo, e per questo attualmente risulta più conveniente.

=> Bollette Luce e Gas: ecco come risparmiare, guida pratica

Per quanto concerne la scelta della tariffa, ricordiamo che il passaggio obbligatorio al Mercato Libero per i consumatori domestici dovrebbe avvenire entro gennaio 2022. Per controllare la propria bolletta esiste intanto anche un altro servizio pubblico, sempre curato dall’ARERA: il portale dei consumi.

Ad oggi, circa metà delle utenze domestiche del Paese, è ancora nel Mercato Tutelato. I due siti possono guidare gli utenti alla scelta ragionata per un eventuale passaggio o per la valutazione delle rimodulazioni contrattuali del proprio fornitore che si renderanno necessarie con l’avvicinarsi della scadenza del prossimo gennaio.