Tratto dallo speciale:

Bonus Bebè 2019, emendamento in Manovra

di Redazione PMI.it

scritto il

Nella Legge di Bilancio 2019 non figura alcun intervento sul bonus bebè, che potrebbe sparire dal 1° gennaio 2019, ma il Governo sembra intenzionato a presentare un emendamento: le anticipazioni del ministro Fontana.

La Legge di Bilancio per il 2019 non prevede, allo stato attuale, alcun nuovo stanziamento, né proroga, per il bonus bebè, il sostegno alla nascita dei figli pari a 960 euro annui, erogati mensilmente e concessi alle famiglie entro un certo limite di ISEE, introdotto con la manovra 2015 e poi prorogato per tutto il 2018.

Bonus bebè

La norma originariamente inserita nella Legge di Bilancio per il 2015 prevedeva la possibilità di chiedere il bonus bebè per i primi 3 anni di vita di coloro che fossero nati tra il primo gennaio 2015 e il 31 gennaio 2017. La Legge di Bilancio per il 2018 l’aveva poi prorogato per tutti i nati entro la fine di quest’anno, concedendolo però solo per il primo anno di vita del bebè. Dal 1° gennaio 2019, invece, questa misura di sostegno alle famiglie potrebbe sparire, non contenendo la nuova manovra alcun intervento in merito.

=> Legge di Bilancio 2019: agevolazioni casa e immobili

Emendamento governativo

Il Ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana ha tuttavia annunciato le intenzioni del Governo di presentare un emendamento proprio sul bonus bebé:

Sul cosiddetto bonus bebè è in predisposizione un emendamento governativo. Il precedente Governo l’aveva prevista come misura a termine, destinata a cessare alla fine di quest’anno.

La misura ha richiesto una più attenta verifica sulla sua operatività ed efficacia, all’esito della quale si è deciso di presentare, sin dalla Camera, un emendamento governativo che miri a tenere conto, e a superare, talune inefficienze che erano emerse nella precedente versione.