Bonus IRPEF: 80 euro anche ai giornalisti

di Barbara Weisz

scritto il

Circolare Inpgi sull'erogazione del bonus IRPEF da 80 euro al mese per i giornalisti: i moduli per comunicare all'Istituto i redditi presunti 2014.

Il bonus da 80 euro al mese previsto dal decreto IRPEF si applica anche ai giornalisti titolari di redditi da lavoro dipendente o assimilato, quindi anche quando percepiscono un trattamento di cassa integrazione o un sussidio di disoccupazione: lo comunica l’Inpgi, istituto previdenziale dei giornalisti, con una serie di indicazioni operative.

=> Speciale bonus 80 euro in busta paga

Indicazioni operative

A disposizione degli iscritti che percepiscono il reddito direttamente dall’istituto, un modello di dichiarazione, disponibile presso tutti gli Uffici di corrispondenza regionali, finalizzato alla determinazione dei redditi presunti per il 2014, anche al fine di evitare successivi recuperi. In mancanza di comunicazioni, l’istituto determinerà l’aumento in base ai dati in proprio possesso. Il bonus sarà erogato non appena completate le procedure tecniche necessarie alla gestione del nuovo istituto.

=> Bonus in busta paga: cosa fare se manca o è ridotto

Bonus IRPEF

Il bonus è, come per tutti i lavoratori destinatari dell’aumento, pari a 640 euro annui sotto forma di credito d’imposta, da applicare agli stipendi da maggio a dicembre, quindi corrispondendo appunto 80 euro al mese in più in busta paga. Il trattamento sarà pieno se il rapporto di lavoro o il trattamento di Cig o disoccupazione durano l’intero anno, oppure proporzionato all’effettiva durata del rapporto. L’Inpgi sottolinea che nel tetto di reddito di 26 mila euro (la norma prevede che abbiano diritto al bonus i titolari di un reddito fra gli 8 mila e i 24 mila euro in forma piena, mentre fra i 24 mila e i 26 mila l’aumento si riduce fino ad azzerarsi) si comprendono stipendio o trattamento Inpgi, ma non l’eventuale reddito derivante dalla prima casa.

I Video di PMI

Guida alla lettura della busta paga