Conguaglio contributivo ai collaboratori, pronte le istruzioni INPS

di Redazione PMI.it

scritto il

Istruzioni INPS per i collaboratori in Gestione separata per i quali è prevista la maggiorazione DIS-COLL: regole per le denunce Uniemens 2022

Le aziende che hanno già elaborato i flussi Uniemens del mese di gennaio 2022 per i collaboratori in gestione separata con diritto alla contribuzione aggiuntiva DIS-COLL,  hanno tre mesi di tempo per adeguarsi alle nuove aliquote.

SI tratta di un incremento di aliquota dal 34,23% al 35,03% previsto dalla Legge di Bilancio per finanziare le maggiorazioni del sussidio di disoccupazione. I flussi Uniemens di gennaio con le vecchie aliquote saranno modificati direttamente dall’INPS in fase di elaborazione delle denunce, mentre a breve le procedure consentiranno ai datori di lavoro la trasmissione dei nuovi flussi con la nuova aliquota 2022.

Collaboratori e figure assimilate Aliquote
Per i quali è prevista contribuzione aggiuntiva DIS-COLL

35,03

(33 IVS + 0,72 + 1,31 aliquote aggiuntive)

Per i quali non è prevista contribuzione aggiuntiva DIS-COLL

33,72%

(33 IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva)

La differenza di contribuzione potrà essere versata a conguaglio entro tre mesi dalla pubblicazione della Circolare n.25 dell’11 febbraio 2022, senza oneri aggiuntivi, tenendone traccia tramite il Cassetto Previdenziale per Committenti.

I collaboratori in gestione separata, da quest’anno, godono di un importo complessivamente maggiore (decalage del 3% dal sesto mese) e di una estensione della durata della prestazione (12 mesi), che prevede anche un diverso metodo di calcolo, ammettendo anche la contribuzione figurativa (entro il tetto di 1,4 volte il massimo mensile del sussidio). Da qui, la necessita di maggiorare il versamento dovuto per alcune categorie di lavoratori, con aliquota aggiuntiva parificata a quella NASpI (aliquota contributiva dell’1,41% per collaboratori, assegnisti e dottorandi di ricerca con borsa di studio, nonché amministratori e sindaci).