Tratto dallo speciale:

Quarantena pagata come malattia, indennità INPS retroattiva per tutto il 2021

di Redazione PMI.it

scritto il

L'INPS accoglie le nuove domande di malattia per i periodi in quarantena e rilavora automaticamente anche tutte quelle intercorse nel 2021.

Torna lindennità di malattia INPS per i periodi di quarantena dei lavoratori nel settore privato verificatisi nel 2021. Le indicazioni operative sono contenute nel messaggio 4027/2021, in recepimento di quanto previsto dal decreto 146/2021, che ha ripristinato l’equiparazione alla malattia del periodo di sorveglianza attiva o permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva.

L’istituto di previdenza ha aggiornato le procedure di gestione “Malattia a pagamento diretto”, in modo che venga riconosciuta l’indennità per i giorni di prognosi indicati nel certificato medico (che è necessario per l’equiparazione) per eventi dal primo gennaio al 31 dicembre 2021.

L’equiparazione della quarantena alla malattia era stata applicata nel 2020 nell’ambito delle misure anti Covid, ma non era stata poi rifinanziata nel 2021, fino al sopra citato decreto 146/2021 (il collegato fiscale alla Manovra), che ha stanziato le risorse per l’intero 2021, anche retroattivamente.

Quindi, oltre ad accogliere le nuove domande, l’INPS ha stabilito che tutte le pratiche per il riconoscimento della prestazione di malattia relative ai lavoratori dipendenti, con associati i certificati medici, relative al 2021 dovranno essere rimesse in lavorazione, in base all’ordine cronologico, per adeguarsi alla nuova disposizione normativa. Il messaggio contiene le indicazioni precise per le strutture territoriali.