PMI alimentari e frigoriste: bandi a Savona

di Teresa Barone

scritto il

Incentivi alle imprese alimentari e alle PMI che utilizzano gas fluorurati a effetto serra nella Provincia di Savona.

La Camera di Commercio di Savona promuove due nuovi bandi rivolti, rispettivamente, alle imprese del comparto alimentare e alle PMI che utilizzano gas fluorurati a effetto serra (refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe calore, autoriparazione): due iniziative che si basano sull’erogazione di contributi resi disponibili grazie a un plafond di 250mila euro, stanziati dall’ente camerale per favorire gli investimenti e la qualificazione di entrambi i tipi di attività imprenditoriali.

=> Imprese artigiane risorsa occupazionale in Liguria

PMI alimentari

Per quanto riguarda gli incentivi diretti alle imprese alimentari, possono essere utilizzati esclusivamente per l’introduzione del sistema HACCP e coprire i costi relativi al manuale di autocontrollo, al fine di prevenire eventuali rischi per la salute dei consumatori.

Sono previsti contributi pari al 50% degli investimenti effettuati fino a un tetto massimo di 10 mila euro per impresa (con una spesa minima di 500 euro).

Imprese che usano gas fluorurati

In questo caso, le risorse possono essere utilizzate per la formazione individuale e per il rilascio della certificazione aziendale (incentivi fino a 1600 euro), così come per l’acquisto di macchinari e attrezzature (contributo massimo di 2500 euro con una spesa minima di 300 euro).

Come aderire

Per aderire a uno dei due bandi è necessario utilizzare la piattaforma Web Telemaco di Infocamere e inviare le domande entro il 15 novembre 2014. Bando e modulistica sono reperibili sul portale della CCIAA di Savona.

=> Leggi tutte le news per le PMI della Liguria