Accordo per l’internazionalizzazione delle PMI venete

di Teresa Barone

scritto il

Intesa Simest-Confindustria Padova per promuovere l’internazionalizzazione delle PMI del Nordest.

Internazionalizzazione
Simest
, la finanziaria pubblico-privata partecipata da Cassa depositi e prestiti e Confindustria Padova hanno recentemente siglato un nuovo accordo per favorire l’internazionalizzazione delle imprese venete, sostenendole nell’avvio di strategie per l’ingresso nei mercati esteri anche extraeuropei.

=> Leggi i bandi per l’internazionalizzazione

L’accordo si inserisce nel programma del sistema associativo confindustriale veneto per l’internazionalizzazione, una risorsa in grado di favorire lo sviluppo del sistema imprenditoriale locale: stando ai dati più recenti, tuttavia, ammonta solo al 20% la percentuale delle imprese venete che allo stato attuale esporta stabilmente, mentre i mercati che offrono maggiori opportunità sembrano ancora poco battuti (Angola, Thailandia, Filippine, Arabia Saudita).

Simest- Confindustria Padova

Massimo D’Aiuto, AD e direttore generale di Simest, descrive il ruolo della finanziaria di sviluppo sottolineando l’affiancamento alle imprese che – solo con le loro forze –  non riescono a promuovere progetti di internazionalizzazione.

Secondo  Massimo Finco, vice presidente di Confindustria Padova con delega all’internazionalizzazione: «Servono le aggregazioni di filiera, non tra soggetti che fanno lo stesso prodotto, ma in verticale, tra chi può integrare la produzione. Ci deve essere un’azienda driver e altre aggregate, in modo da offrire al cliente straniero un pacchetto completo e vincente».

=> Contributi internazionalizzazione alle PMI venete

Progetti

Simest ha avviato al Nordest 209 progetti di partecipazione promuovendo gli investimenti all’estero delle imprese locali grazie a una dotazione finanziaria pari 207 milioni di euro.

=> Leggi tutte le news per le PMI del Veneto