Emilia Romagna: contributi per liquidità PMI

di Teresa Barone

scritto il

Carisbo e la Provincia di Bologna concedono prestiti agevolati alle PMI danneggiate dal sisma: plafond di 5 milioni di euro.

La Provincia di Bologna ha siglato un protocollo con Carisbo per sostenere le imprese nei comuni dell’Emilia Romagna colpiti dal sisma: grazie a un plafond di 5 milioni di euro, infatti, le PMI potranno beneficiare di prestiti agevolati per potenziare la liquidità.

Contributi per liquidità PMI

Gli incentivi messi a disposizione dalla Provincia di Bologna in collaborazione con Carisbo, sono destinati ai seguenti Comuni: Argelato, Baricella, Bentivoglio, Castello d’Argile, Castelmaggiore, Crevalcore, Galliera, Malalbergo, Minerbio, Molinella, Pieve di Cento, Sala Bolognese, San Giorgio di Piano, San Giovanni in Persiceto, San Pietro in Casale, Sant’Agata Bolognese.

I contributi sono inoltre destinati alle imprese emiliane situate sia nel Comune di Bologna la cui sede operativa sia stata parzialmente o totalmente danneggiata, che tuttavia abbiano fatto richiesta degli ammortizzatori sociali aventi a causale “evento sismico” attraverso il Tavolo Tecnico Provinciale.

I prestiti agevolati a favore delle imprese sono concessi attraverso l’apertura di un conto corrente senza spese di istruttoria, con importi variabili da 5 mila euro a 50 mila euro, per una durata complessiva di 12 mesi.

Le richieste delle imprese possono essere presentate presso tutte le filiali Carisbo della Provincia di Bologna.

Il bando è pubblicato sul sito della Provincia di Bologna