Tratto dallo speciale:

Marche: incentivi per start-up straniere

di Redazione PMI.it

scritto il

Per favorire la nascita di nuove start up avviate da cittadini stranieri, la CCIAA di Ancona concede assistenza e sostengo attraverso percorsi formativi e supporto nella redazione dei business plan iniziali.
Start-up
Marche: incentivi per start up straniere

La Camera di Commercio di Ancona concede contributi per promuovere la nascita di nuove start-up avviate da cittadini stranieri: le agevolazioni sono messe a disposizione degli immigrati che desiderano diventare imprenditori grazie anche ai fondi del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Unioncamere.

Progetto start-up straniere

I contributi camerali rientrano nel progetto “Start it up – Nuove imprese di cittadini stranieri”, e sono destinati a tutti i cittadini extracomunitari interessati a mettersi in proprio, purché provengano da zone esterne alla UE e siano in possesso di regolare permesso di soggiorno valido da almeno 6 mesi alla data di presentazione della domanda.

Gli incentivi consistono nella concessione di supporto e assistenza nell’avvio di nuove imprese, in particolare attraverso percorsi orientativi personalizzati, seminari di formazione imprenditoriale e, soprattutto, sostegno nell’elaborazione del business plan.

Modalità di accesso al bando

I cittadini stranieri che vogliono partecipare al bando devono inviare la domanda entro il 15 marzo 2012 via email (sni@an.camcom.it) oppure consegnando direttamente la documentazione all’Ufficio Nuove Imprese della Camera di Commercio di Ancona.

Maggiori informazioni sul sito della Camera di Commercio di Ancona