Finanziamenti alle PMI Cooperative: Nuova Marcora al via

di Redazione PMI.it

scritto il

Domande dal 23 aprile per i finanziamenti a tasso zero della nuova Legge Marcora 2021, per la nascita e lo sviluppo di imprese cooperative: le regole.

Domande al via dal 23 aprile per i finanziamenti agevolati 2021 della nuova Marcora destinati alle PMI cooperative sociali e di produzione e lavoro. Le regole per ottenere i prestiti agevolati (finanziamento a tasso zero fino al 100% con durata massima di 10 anni) fino a 2 milioni di euro per investimenti produttivi ed esigenze di liquidità (nascita, sviluppo o consolidamento della società), sono contenute nel decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 31 marzo scorso, pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’8 aprile (facendo seguito al DM 4 gennaio 2021). Le cooperative devono presentare domanda con le informazioni sulla struttura aziendale, il piano di attività per investimenti, esigenze di liquidità e, per finanziamenti oltre i 150mila euro, la dichiarazione antimafia.

In pratica, il MiSE ha aggiornato il regime di aiuti di cui al DM 4 dicembre 2014, ampliando la platea e il sostegno economico concedibile. La nuova misura si affianca all’intervento di cui alla prima Legge Marcora (legge 49/85) con un finanziamento agevolato a favore delle cooperative nella quali le società finanziarie partecipate dal Ministero, Soficoop sc e CFI Scpa, hanno assunto partecipazioni. Il riferimento normativo è pertanto il nuovo regime di aiuto volto a promuovere nascita e sviluppo di imprese cooperative di piccola e media dimensione. L’agevolazione 2021 concede finanziamenti agevolati  per sostenere:

  • programmi di investimento non ancora avviati o avviati da massimo 6 mesi per spese ancora da sostenere;
  • esigenze di liquidità finalizzate all’attività di impresa (nascita o sviluppo della società), comprese materie prime, materiali di consumo e merci, servizi e beni, godimento di beni di terzi, costi del personale.

Si tratta di finanziamenti a tasso zero che le cooperative di ogni settore possono richiedere alle Finanziarie partecipate dal MiSE (ai sensi dell’art. 17 della Legge Marcora), concessi a sportello, ossia fino ad esaurimento fondi. L’importo massimo del prestito è pari a cinque volte il valore della partecipazione (ma non oltre i due milioni di euro). Le beneficiarie sono dunque aziende nelle quali le finanziarie partecipate dal MiSE acquisiscano o abbiano già acquisito una partecipazione temporanea di minoranza.

L’istanza, con relativa documentazione, si presenta esclusivamente via PEC (posta elettronica certificata) all’indirizzo: CFI – Cooperazione Finanza Impresa Scpa, p.e.c.: cfi@pec.it. I moduli sono allegati del decreto 31 marzo 2021.

I Video di PMI