Surroga mutuo prima casa con garanzia di Stato?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Stefano chiede

Ho stipulato circa due anni fa un mutuo al 100%, ora ho chiesto ad un altra banca la surroga ma la risposta è stata negativa in quanto, mi hanno detto, perderei la garanzia dello stato. E’ davvero così?

Barbara Weisz risponde

Essendo prevista la portabilità del mutuo, la nuova banca può concedere l’analoga garanzia del Fondo sul mutuo prima casa ma non è obbligata a farlo.

In altri termini, è possibile chiedere la surroga di un mutuo concesso con la garanzia del Fondo Gasparrini per prima casa e mantenere l’agevolazione, ma c’è discrezionalità in questo senso da parte del nuovo istituto finanziatore.

A conferma della possibilità di mantenere la garanzia in caso di surroga, ci sono le istruzioni in merito indicate nel Manuale utente del Fondo prima casa, in base al quale il soggetto finanziatore che ha ricevuto la richiesta dal mutuatario dovrà aprire la pratica, tramite l’apposita voce di menu “Portabilità”.

=> Surroga mutuo prima casa con garanzia di Stato

E’ possibile che la banca a cui lei si è rivolto non sia fra quelle che aderiscono a questa iniziativa. Infatti, non tutte le banche aderiscono al Fondo, per cui la prima cosa è rivolgersi, per la surroga a un istituto compreso fra quelli che concedono i mutui con questa garanzia. Nella sezione dedicata al Fondo prima casa – istituito presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze con la legge 27 dicembre 2013, n. 147, art. 1 comma 48, lett. c). – sul portale di Consap, trova l’elenco di banche e intermediari che aderiscono (per comodità, questo è il link con l’elenco).

=> Come scegliere il mutuo: fisso, variabile e surroga

Ricordiamo che con la Legge 30 dicembre 2021, n.234 (la legge di Bilancio per il 2022) è stato prorogato fino al 31 dicembre il termine riferito alla garanzia pubblica dell’80%, tramite garanzia pubblica, con controgaranzia dello Stato, sul mutuo per l’acquisto della prima casa. Consap si occupa della gestione del Fondo e la valutazione dei requisiti per le domande pervenute dai finanziatori.