Bonus Pubblicità: dichiarazione fino al 10 febbraio

di Redazione PMI.it

scritto il

Bonus Pubblicità, aperto il canale per la dichiarazione sostitutiva: deve essere presentata dal 10 gennaio al 10 febbraio 2022.

Aperto il canale per l’invio della dichiarazione sostitutiva necessaria per accedere al Bonus Pubblicità 2021. Le comunicazioni possono essere trasmesse fino al 10 febbraio 2022 (anziché dal 1° al 31 gennaio), attraverso il  sito dell’Agenzia delle Entrate, sezione “Servizi per”, voce “Comunicare” in area riservata, tramite credenziali SPID, Entratel e Fisconline, CIE o CNS. Il credito d’imposta può essere sbloccato soltanto tramite questa dichiarazione sugli investimenti effettuati, agevolabili tramite contributo.

Il Bonus Pubblicità

Il Bonus è stata introdotto nel 2018 per incentivare gli investimenti in pubblicità effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali (articolo 57-bis Dl n. 50/2017).

Regole ordinarie

Le regole ordinarie impongono che l’ammontare complessivo degli investimenti superi almeno dell’1% l’importo speso nell’anno precedente, utilizzando gli stessi mezzi d’informazione. Il bonus è pari al 75% del valore incrementale ed è concesso nei limiti annuali delle risorse stanziate.

Disciplina straordinaria per il 2021

Per gli anni 2021 e 2022, in considerazione della pandemia da Covid, l’articolo 57-bis, comma 1-quater del Dl n. 50/2017, modificato dal decreto “Sostegni-bis”, prevede che il credito d’imposta sia concesso al 50% per gli investimenti effettuati sui giornali quotidiani e periodici, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato. In pratica, viene meno il presupposto dell’investimento incrementale pari almeno all’1% rispetto all’investimento dell’anno precedente.