Tratto dallo speciale:

Bonus sanificazione e DPI: domande al via

di Redazione PMI.it

scritto il

Dl Rilancio: modello, istruzioni e domanda di crediti di imposta per spese di sanificazione, acquisto di dispositivi e adeguamento ambienti di lavoro.

Online modelli e istruzioni per usufruire dei crediti d’imposta previsti dal Dl Rilancio per le spese di sanificazione e di acquisto di dispositivi di protezione individuale (DPI), nonché per l’adeguamento Covid degli ambienti di lavoro.

Pubblicate anche le istruzioni, i primi chiarimenti interpretativi e gli indirizzi operativi sui due bonus (Circolare 20/E).

Domanda o cessione bonus

Il modello serve a comunicare le spese su cui far valere il credito di imposta e deve essere inviato esclusivamente tramite apposito servizio web presente nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate o per mezzo dei consueti canali telematici del Fisco. Si riceverà risposta entro 5 giorni.

I beneficiari possono comunicare all’Agenzia di optare, in alternativa, per la cessione anche parziale dei crediti d’imposta stessi ad altri soggetti, inclusi istituti di credito e intermediari finanziari.

=> Sicurezza lavoro Covid 19, crediti d'imposta e incentivi

Chiarimenti applicativi

Tra i possibili beneficiari, l’Agenzia delle Entrate ricorda soprattutto gli operatori con attività aperte al pubblico (bar, ristoranti, alberghi, teatri e cinema).

Sono ammessi anche: forfetari, imprenditori e imprese agricole, associazioni, fondazioni e altri enti privati. Per il Terzo settore, l’Agenzia delle Entrate ritiene che sia applicabile il bonus anche se non si esercita, in via prevalente o esclusiva, un’attività d’impresa.

Per quanto concerne la sanificazione di ambienti collegate alle attività svolte, nel caso in cui l’operazione non sia effettuata da operatori professionisti risultano ammissibili anche le spese per la sanificazione fai-da-te, avvalendosi di propri dipendenti o collaboratori.

Documenti utili

I Video di PMI

Coronavirus: Guida alle misure anti-lockdown